Cronaca
La novità

A Pioltello parte il Controllo di vicinato: si comincia dal Satellite

Grazie al regolamento di Polizia Urbana approvato all'unanimità dal Consiglio comunale si potrà sperimentare la nuova forma di collaborazione tra cittadini e Forze dell'ordine.

A Pioltello parte il Controllo di vicinato: si comincia dal Satellite
Cronaca Martesana, 22 Dicembre 2022 ore 17:03

Anche a Pioltello può partire il Controllo del vicinato. Un obiettivo che l'Amministrazione Cosciotti si era posto già nel primo mandato e che si è concretizzato ieri, mercoledì 21 dicembre 2022, con l'approvazione del nuovo regolamento di Polizia Urbana. E se solo la pratica può dire se un progetto è destinato a funzionare o meno, per l'esordio del Controllo del vicinato si è scelto il banco di prova più complesso: il quartiere Satellite.

Il Controllo del vicinato a Pioltello

"Il Comune promuove forme di sicurezza partecipata favorendo la costituzione e lo sviluppo di gruppi regolarmente costituiti di Controllo del Vicinato”. Questa la dicitura contenuta all'interno del nuovo regolamento presentato dal comandante della Polizia Locale Mimmo Paolini. Un documento frutto del lavoro certosino svolto da più interpreti: l'Amministrazione, attraverso l'assessore alla partita Marta Gerli, la Polizia Locale, i Carabinieri della Compagnia di Pioltello, ma soprattutto i cittadini.

Le norme votate dal parlamentino pioltellese all’unanimità sanciscono l’ultimo atto, in ordine di tempo, di un impegno che l’Amministrazione Comunale si è assunta sin dal suo insediamento perché il progetto, promosso dalla Prefettura di Milano e volto alla prevenzione dei reati, alla promozione della cultura della legalità e del rispetto delle regole del vivere civile, si concretizzasse.

Collaborazione tra volontari e Forze dell'ordine

Il Controllo del vicinato” è infatti partito da una decina di giorni e prevede la collaborazione tra cittadini volontari e i referenti di Polizia Locale e Carabinieri. I cittadini, in qualità di importanti e vigili sentinelle della legalità, potranno contribuire all’innalzamento degli standard di sicurezza della propria comunità, fornendo ogni informazione ritenuta utile alle Forze dell’ordine, mediante un’azione di mera osservazione, segnalando attraverso i propri coordinatori alla Polizia Locale e Carabinieri (ai quali non possono tassativamente sostituirsi) situazioni ed eventi attinenti la sicurezza urbana e il degrado sociale.

Si comincia con il Satellite

Il primo gruppo di Controllo del vicinato ha preso avvio nel quartiere Satellite, anche se in passato era stata sondata la possibilità di cominciare in maniera più "soft" in altre realtà come per esempio la frazione di Limito.

Con l’attivazione del Controllo del vicinato, a seguito della firma del protocollo della Prefettura, l’Amministrazione offre un ulteriore strumento per rispondere alla domanda di legalità e sicurezza che nasce dalla società civile. Il progetto ora realtà, è frutto di un percorso di ascolto dei cittadini del quartiere Satellite, i quali, in stretta collaborazione con la Polizia Locale e i Carabinieri di Pioltello, si sono messi in gioco rendendosi generosamente disponibili a collaborare al fine di contrastare il degrado e il disagio sociale. Si tratta di un progetto ambizioso e di grande valore, di cui mai come ora si sente il bisogno e che siamo certi contribuirà a immettere nella società civile  quegli “anticorpi” necessari a combattere l’illegalità.

La prova del nove

Il Controllo del vicinato è una realtà attiva già da tempo in diversi Comuni, anche della Martesana. Per esempio le vicine Rodano e Cernusco possono contare su un'associazione nata spontaneamente (quindi senza la mediazione dell'Amministrazione comunale) e attiva ormai da anni. Fondamentale per la buona riuscita del progetto sarà la capacità dei referenti di penetrare all'interno della comunità del Satellite, di sapersi fare portavoce delle istanze e di creare una rete di supporto con Polizia Locale e Carabinieri.

 

Seguici sui nostri canali