la critica

“A Peschiera le barriere antirumore sembrano i muri di una prigione”

Il centrodestra propone di organizzare un concorso per artisti per "ingentilire" gli spazi di via Liberazione.

“A Peschiera le barriere antirumore sembrano i muri di una prigione”
Cronaca Martesana, 03 Gennaio 2021 ore 08:38

“Quando tutti noi peschieresi abbiamo visto le nuove barriere fonoassorbenti in via Liberazione siamo rimasti senza parole. Non si deve obbligatoriamente sacrificare l’estetica a favore della praticità.  Pensare che tutte quelle famiglie abbiano atteso lunghi anni per ritrovarsi delle barriere che assomigliano alle mura perimetrali di una prigione è semplicemente vergognoso. Si può decantare quanto si vuole il materiale utilizzato, ma il dato di fatto è innegabile: queste barriere antirumore sono semplicemente orripilanti”.

Peschiera, barriere antirumore nel mirino del centrodestra

A criticare l’estetica dei manufatti sono i coordinatori delle forze di centrodestra cittadine Stefania Accosa (Fratelli d’Italia),  Daniele Pinna (Lega) e  Mario Orfei (Forza Italia).

Siamo nel 2020, esistono da anni progetti che associano la funzionalità delle prestazioni di fonoisolamento e fonoassorbimento ad una forte connotazione estetico-paesaggistica. Un esempio è dato dalle barriere a verde verticale modello green reef e green sonic (o in generale barriere vegetate). Ovviamente avrebbero costituito un investimento più consistente in termini di manutenzione, ma sarebbero state una soluzione ambientale ecosostenibile e i residenti avrebbero avuto un affaccio, una vista decisamente migliore. Il danno ormai è fatto, ma la nostra proposta come centrodestra è quella di istituire un bando di concorso rivolto ad artisti che possano provvedere a “ingentilire” queste barriere, realizzando opere di street art con temi inerenti la natura e paesaggio. Crediamo sia il minimo per cercare di rimediare allo scempio di via Liberazione.

TORNA ALLA HOME PER LE ALTRE NOTIZIE

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità