Il commento

A Cologno è già Capodanno, il sindaco avverte: "Vietati i fuochi d'artificio"

Diverse le segnalazioni legate ai botti pirotecnici arrivate nei giorni scorsi.

A Cologno è già Capodanno, il sindaco avverte: "Vietati i fuochi d'artificio"
Cronaca Martesana, 22 Dicembre 2020 ore 17:54

A Cologno Monzese è già Capodanno, il sindaco Angelo Rocchi avverte: "Vietati i fuochi d'artificio". Diverse le segnalazioni legate ai botti pirotecnici arrivate nei giorni scorsi.

"Ricordatevi: i fuochi d'artificio sono vietati"

"Botti? Non puoi, non farlo". Questo il nome della campagna che l'Amministrazione comunale ha voluto lanciare a pochi giorni dalla fine dell'anno. Ma a Cologno c'è qualcuno che si è già portato avanti: nei giorni scorsi infatti sono state diverse le segnalazioni (anche sui social) legate a veri e propri fuochi d'artificio fatti esplodere in strada, in varie zone della città. Da qui l'avvertimento del primo cittadino: nessuna ordinanza di divieto da parte sua, c'è già infatti il Regolamento di Polizia urbana che vieta i giochi pirotecnici (con le sanzioni del caso). "Con l’approssimarsi delle festività è utile ricordare a tutti i cittadini che il Regolamento di Polizia urbana dispone il divieto di utilizzo di fuochi artificiali senza specifica autorizzazione in tutto l’abitato di Cologno Monzese - ha sottolineato Rocchi - Anche quest’anno abbiamo voluto ricordare a tutta la città la necessità di salutare l’arrivo del Natale e del nuovo anno con responsabilità e cura nei confronti di tutto e tutti, garantendo sicurezza e ordine anche nei tradizionali festeggiamenti. Il divieto di sparare botti di ogni genere in tutto l’abitato è una forma di convivenza civile e rispetto soprattutto verso i più piccoli, i più fragili e nei confronti dei nostri amici a quattro zampe che, ancora una volta, abbiamo scelto come testimonial della campagna 'Botti? Non puoi, Non farlo'".

fuochi d'artificio cologno monzese
Il manifesto della campagna anti-botti promossa dal Comune

Un "no" ancora più importante quest'anno

"In questo 2020 moderazione e sobrietà rappresentano il miglior modo per sperare nella bontà del 2021 e lasciarci alle spalle questi lunghi mesi di sofferenza e preoccupazione, ricordando i tanti concittadini che non ce l’hanno fatta", ha concluso il sindaco di Cologno.

TORNA ALLA HOME.