Cinisello studia la sosta

Una sperimentazione per capire abitudini e tempi della sosta

Cinisello studia la sosta
Sesto, 23 Novembre 2017 ore 08:52

Indagine tra gli automobilisti per studiare i tempi della sosta in città

Si indaga sulla sosta

Più di una persona si è trovata ieri 22 novembre, e si troverà nei prossimi giorni,  un foglietto sul parabrezza della propria auto in sosta. Nessuna preoccupazione, non è una multa. Di cosa si tratta allora? E' un'indagine conoscitiva sulla durata sosta, effettuata dal Centro Studi PIM per conto del Comune di CiniselloBalsamo. Obiettivo: individuare le criticità e migliorare il servizio.

La rilevazione riguarda ogni tipo di sosta, regolare e irregolare, sugli stalli blu a pagamento e su quelli bianchi gratuiti in centro città. Non vengono rilevati cicli e motocicli.

Il problema della sosta in città

Cinisello negli ultimi anni è stata densamente cementificata. Anche e soprattutto in centro. Vecchie villette sono state abbattute per far posto ai condomini senza però pensare ai parcheggi. Infatti, nelle vie centrali ormai la sosta è diventata selvaggia. Anche perché da qualche anno i parcheggi nelle vie principali come via Garibaldi, via XXV Aprile, piazza Gramsci sono diventati a pagamento.

L'opposizione all'attacco

"Avete notato quanta premura e quante attenzioni sta dimostrando la giunta Trezzi in queste ultime settimane, guarda caso proprio in vista delle ormai prossime elezioni amministrative del 2018? - ha tuonato Giuseppe Berlino della Lista civica La tua città - Ogni giorno ne esce una.... e così dopo aver chiesto opinioni sui vari progetti di restyling di piazza Gramsci e piazza Italia, ora ci si preoccupa del problema parcheggi a Cinisello, chiedendo un giudizio agli automobilisti. Viene spontaneo domandarsi a questo punto, ma dov'erano  quando decidevano di rifare da capo a piedi piazza Gramsci evitando di prendere in seria considerazione l'ipotesi di un parcheggio interrato multipiano? Dov'erano quando chiedevamo a gran voce le strisce gialle per dare la possibilità ai residenti di poter parcheggiare nei pochi parcheggi liberi in centro città? E sopratutto dov'erano quando chiedevamo inutilmente di non aumentare il costo del parcheggio a pagamento, prevedendo piuttosto la possibilità della sosta breve a tariffa ridotta? Bé, semplice... erano tranquilli ed indisturbati ad esercitare le loro funzioni elettive, insensibili alle esigenze dei cittadini.... Ma ora che la poltrona scotta ed è a rischio, si ricordano di ascoltare le opinioni di tutti noi futuri elettori".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter