Attualità
Sensibilizzazione

Una marcia per accendere i riflettori contro alla violenza sulle donne

Basiano Masate, Pessano con Bornago, Vignate e Vimodrone che saranno in prima fila per i diritti delle donne

Una marcia per accendere i riflettori contro alla violenza sulle donne
Attualità Martesana, 27 Ottobre 2022 ore 09:36

"Non chiudere gli occhi", è iniziato il countdown per la marcia antiviolenza che quest'anno si svolgerà in quattro Comuni contemporaneamente il 5 novembre: Basiano Masate, Pessano con Bornago, Vignate e Vimodrone che saranno in prima fila per i diritti delle donne.

"Non chiudere gli occhi", è iniziato il countdown per la marcia antiviolenza

La Rete Antiviolenza Adda-Martesana Viola ha organizzato per sabato 5 novembre la camminata competitiva "Non chiudere gli occhi",  in occasione del 25 novembre, giornata internazionale dedicata all’eliminazione della violenza contro le donne.
E' la terza edizione dell’evento, organizzato in collaborazione con le associazioni del territorio per promuovere e sensibilizzare la cittadinanza a una cultura di pari opportunità tra i generi e quindi volta al superamento di situazioni di violenza di genere.

Ogni anno, l’evento vedrà partecipe un comune appartenente ai quattro ambiti territoriali di tutta la rete: quelli scelti per questa terza edizione, dopo la maratona virtuale del 2021, saranno Unione dei Comuni Basiano Masate (partenza da via Milano 69), Pessano con Bornago (Piazza Castello 20), Vignate (Parco Boccadoro), Vimodrone (Piazza Martesana), all’interno dei quali si svolgerà un percorso di circa 5 km. I quattro comuni alle ore 10 e ritrovo a partire dalle ore 8.30 per l’iscrizione. Al termine un lauto rinfresco.

L'obiettivo è sensibilizzare e raccogliere fondi

La violenza però non cessa di esistere. Infatti, con questa iniziativa l'obiettivo è proprio quello di sensibilizzare e raccogliere fondi.

"L’obiettivo della camminata è quello di sensibilizzare il maggior numero di cittadini residenti dei 28 comuni dell’area Adda-Martesana, su un tema purtroppo di grande attualità e far conoscere il più possibile la rete che, dal maggio 2018, opera nel nostro territorio con il Centro antiviolenza Viola e i suoi sportelli aperti in diversi paesi - hanno fatto sapere dall'associazione - È importante che la rete antiviolenza possa continuare ad intercettare cittadine in difficoltà e creare quella corresponsabilità che permetterà di far emergere situazioni di violenza. La camminata ha anche l’obiettivo di raccogliere fondi per autofinanziare le azioni della Rete, per questo viene chiesto un contributo volontario ai partecipanti, in cambio del quale verrà data una spilletta".

La marcia si svolgerà anche in caso di maltempo.

Seguici sui nostri canali