Attualità
Controllo della diffusione

Troppi coleotteri, la Regione attiva il piano di controllo. Installate 3mila trappole

La Popillia Japonica, presente sul territorio lombardo da circa otto anni, continua a manifestare il comportamento aggressivo a scapito di coltivazioni e aree naturali.

Troppi coleotteri, la Regione attiva il piano di controllo. Installate 3mila trappole
Attualità 08 Luglio 2022 ore 15:10

Con l'emergenza idrica in atto sicuramente il problema della Popillia Japonica, in queste ultime settimane è passato in secondo piano.

Troppi coleotteri, la Regione attiva il piano di controllo. Installate 3mila trappole

Eppure questo insetto originario del Giappone e presente sul territorio lombardo da circa otto anni, continua a manifestare il suo comportamento invasivo a scapito soprattutto di coltivazioni e aree naturali. Proprio con lo scopo di contenere la popolazione del coleottero nelle zone in cui l'insetto è attualmente presente - Monza e Brianza, Varese, Como, Lecco, Milano, Lodi, Pavia, Bergamo, Cremona - il servizio Fitosanitario di Regione Lombardia (ERSAF) è ora impegnato nell’attuazione di un piano di controllo, concordato a livello nazionale, che prevede due tipologie di trappole.

Come spiega l'assessore all'Ambiente Andrea Villa una trappola ha la funzione 'attract and kill' ('attira ed elimina') e l’altra serve per la cattura di massa.

"Le trappole del primo tipo sono quasi 3000 a livello regionale e sono formate da un treppiede ricoperto da una rete impregnata di insetticida. I tecnici del Servizio Fitosanitario le stanno posizionando sul territorio delle aree di più recente infestazione proprio in questi giorni. Le trappole del secondo tipo sono formate da contenitori di plastica sagomati per attirare e catturare i coleotteri con l’aiuto di specifici attrattivi. Queste ultime sono già state tutte posizionate, vengono controllate settimanalmente e forniscono i dati sull’andamento dell’infestazione. Ogni trappola è abbinata ad un cartello informativo e contrassegnata da un codice. Chiediamo la collaborazione di tutti i cittadini perché le trappole non vengano spostate, sottratte o manomesse. "

Trappole sconsigliate nei giardini e negli orti

"L’utilizzo di trappole è fortemente sconsigliato da ERSAF in orti o giardini privati - prosegue Villa - in quanto il loro potere attrattivo è di molto superiore alla capacità di cattura e di conseguenza la vegetazione che si vuole proteggere, foglie, fiori e frutti, subisce invece danni ancora più rilevanti.
Per controllare la Popillia Japonica nei giardini, negli orti o sui terrazzi, si consiglia di raccogliere manualmente i coleotteri e di farli cadere in un secchiello con una soluzione di acqua e sapone. Per proteggere i frutti è possibile invece coprire la chioma degli alberi con una rete antinsetto che deve essere scossa al mattino presto quando i coleotteri sono pressoché immobili."

Quando si possono usare insetticidi

Il ricorso a trattamenti insetticidi è giustificato esclusivamente in presenza di infestazioni importanti. In questo caso è necessario seguire attentamente le indicazioni del Servizio Fitosanitario. Si ricorda che l’effetto del trattamento è di breve durata perché l’insetto è molto mobile e sono possibili nuove infestazioni dalle aree verdi limitrofe. Tutte le informazioni e le indicazioni per il controllo della Popilia japonica sono disponibili sul sito del Servizio Fitosanitario di Regione Lombardia.it .

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter