Attualità
Il progetto

Tre nuove aree fitness all'aperto accessibili anche ai disabili

L'intenzione dell'Amministrazione comunale di Cologno Monzese è di riuscire di agganciare un finanziamento regionale.

Tre nuove aree fitness all'aperto accessibili anche ai disabili
Attualità Martesana, 22 Settembre 2021 ore 16:43

Tre nuove aree fitness all'aperto accessibili anche ai disabili. L'intenzione dell'Amministrazione comunale di Cologno Monzese è di riuscire di agganciare un finanziamento regionale.

Tre nuove aree fitness inclusive e aperte a tutti

Tre nuove aree fitness in altrettante zone verdi della città, dedicate agli amanti della ginnastica all’aperto grazie ad attrezzature per il calisthenics. Progetti che la Giunta guidata dal sindaco Angelo Rocchi ha approvato ieri, martedì 21 settembre 2021. Ora la speranza è di riuscire ad agganciare il sostegno economico a fondo perduto da parte di Regione Lombardia, affinché queste palestre outdoor possano essere realizzate con minor sforzo finanziario da parte di Villa Casati, che parteciperà mettendo sul tavolo il 30% del costo complessivo pari a 150mila euro.

"La decisione di partecipare all’avviso regionale è stata presa anche perché, nella nostra azione amministrativa, sono primari il potenziamento del sistema delle aree a verde e la loro riqualificazione, per una puntuale promozione della vita all’aria aperta e il benessere psico-fisico", ha sottolineato l’assessore all’Ambiente Edoardo Macchiarulo.

Ecco dove verranno realizzate

Le tre nuove aree fitness potrebbero sorgere nei parchi urbani di via Ovidio, via Negrinelli e San Giuseppe: saranno tutte connesse tra di loro dalla pista ciclopedonale e si porranno in continuità con quanto previsto dal Pnrr, il Piano nazionale di ripresa e resilienza che punta su coesione, inclusione e salute.

"Le tre installazioni infatti sarebbero fruibili da un target diversificato, dagli adulti ai bambini, passando per i diversamente abili - ha proseguito Macchiarulo - E mi piace poter pensare che questo sia un importante progetto dove lo sport diventa espressione di socialità, inclusione e uguaglianza".

Ora la speranza è che anche il Pirellone ne colga l’importanza.

"Così recuperiamo aree in stato di degrado"

"Con la partecipazione all’avviso, l’Amministrazione si dimostra ancora una volta molto attenta alle opportunità, in questo caso regionale, che sono all’ordine del giorno soprattutto in questa fase di emergenza sanitaria - ha dichiarato il primo cittadino - In questo caso gli interventi mirano al miglioramento della qualità urbana e della sostenibilità ambientale in zone altamente urbanizzate, attraverso il recupero di aree divenute ormai marginali come il campo da basket di via Negrinelli, ormai inutilizzato e in forte stato di degrado".

L’obiettivo è "realizzare una cerniera delle aree tra i diversi ambiti residenziali esistenti, per migliorare la qualità della vita in città", ha concluso il sindaco.