Attualità
ambiente

Termovalorizzatore di Trezzo sull'Adda, la sentenza sulla gestione slitta ancora

Era atteso per oggi, mercoledì 23 febbraio 2022, il pronunciamento del giudice sul ricorso di tre società partecipate. Verdetto posticipato

Termovalorizzatore di Trezzo sull'Adda, la sentenza sulla gestione slitta ancora
Attualità Trezzese, 23 Febbraio 2022 ore 19:29

Era attesa per oggi, mercoledì 23 febbraio 2022, la sentenza del Tar sulla proroga della manifestazione d'interesse per la gestione, a partire dal 2023, dell'inceneritore di Trezzo. Tuttavia, al termine dell'udienza, il giudice amministrativo ha deciso di rimandare l'emissione del dispositivo a domani a mezzogiorno.

Sentenza sull'inceneritore, la sentenza verrà emessa domani

Cresce l'attesa per la decisione del Tribunale amministrativo sulla proroga della manifestazione d'interesse per la gestione dell'impianto richiesta contro il Comune di Trezzo da tre società partecipate, Silea Spa, Bea Spa e Cem Ambiente Spa (quest'ultima controllata anche dall'Amministrazione trezzese).

La sentenza, attesa per oggi, è slittata a domani a mezzogiorno, dopo che nell'udienza il giudice ha deciso di riascoltare gli avvocati delle parti e di raccogliere ulteriori elementi per la decisione.

Il Comune di Trezzo sull'Adda davanti al tar dopo il ricorso di tre società partecipate

Cem Ambiente, di cui è socio lo stesso Comune di Trezzo, Silea Spa e Brianza Energia Ambiente Spa: sono queste le imprese, insieme ad Ates, l'azienda territoriale energia e servizi (che però non ha sottoscritto il ricorso), che intendono partecipare al bando per assicurarsi la gestione dell'inceneritore a partire dal 2023.

L'impianto, attualmente gestito da Prima Srl, una project company controllata da Falck renewables Spa, tornerà nelle mani del Comune a settembre 2023 ed entro quella data dovrà essere trovata una nuova società disposta a mantenerlo in funzione anche nei prossimi anni.

Il termine per la presentazione delle istanze era fissato per venerdì 11 febbraio 2022, ma i tre ricorrenti, per una serie di motivazioni tecniche, per ben due volte ne hanno chiesto la proroga che, però, il Comune non ha mai concesso. Di qui il ricorso davanti al giudice amministrativo.

Il sindaco Centurelli: "Agito sempre con la massima trasparenza"

Queste le parole del primo cittadino Silvana Centurelli:

"Sapevamo che il termovalorizzatore avrebbe sollecitato molti operatori e, soprattutto, l’interesse di chi lavora in questo settore. Abbiamo la certezza di aver agito nella massima tutela dell’ente e di avere promosso e sollecitato la concorrenza con correttezza e trasparenza. Il nostro solo e unico scopo è quello di dotare la nostra città di una struttura rispettosa dell’ambiente e tecnologicamente aggiornata. Ora non ci resta che aspettare la decisione del giudice amministrativo"

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter