Attualità

Sulla S.P. ex S.S. 415 “Paullese” il controllo della velocità passa da istantanea a media

Installati anche 5 nuovi dispositivi per la sicurezza pedonale ed ambientale.

Sulla S.P. ex S.S. 415 “Paullese” il controllo della velocità passa da istantanea a media
Attualità Martesana, 04 Febbraio 2022 ore 12:24

Città Metropolitana di Milano intensifica i sistemi per il controllo del territorio e lo fa nell’ambito del “Progetto Sicurezza Milano Metropolitana”, programma di azioni finalizzato all’incremento della sicurezza sulla rete stradale di propria pertinenza.

 

Città Metropolitana di Milano ha concluso l’intervento di aggiornamento e trasformazione dei sistemi di controllo della velocità sulla S.P. ex S.S. 415 "Paullese" nel tratto compreso tra i comuni di Pantigliate e Mediglia, e l’installazione sul territorio di 5 nuovi apparati IoT che andranno a incidere sulla tutela dei cittadini, monitorando i passaggi pedonali e i flussi di traffico veicolare.

A partire dal 9 febbraio sarà attivo un innovativo sistema di rilevazione automatica della velocità in grado di individuare le infrazioni commesse in modalità media o puntuale. L’intervento ha portato, di fatto, alla trasformazione degli apparati di rilevazione della velocità istantanea già presenti sul tratto stradale, in nuovi dispositivi smart in grado di rilevare comportamenti illeciti dovuti al mancato rispetto dei limiti consentiti.

Il nuovo sistema, attivo 24 ore su 24, è posizionato sulla S.P. ex S.S. 415 dal km 6+530 al km 7+581 direzione Paullo e dal km 8+318 al km 7+051 in direzione Milano.

Il dispositivo (come tutti gli apparati predisposti nell’ambito del Progetto Sicurezza Milano Metropolitana), dialoga e interagisce con l’ecosistema Titan®, la piattaforma proprietaria di Safety21 certificata AgID (Agenzia per l’Italia digitale) in dotazione alla Polizia Locale, la quale riceve e gestisce in cloud informazioni, dati e immagini utili per la constatazione di eventuali infrazioni e per l’elaborazione scientifica di analisi sul traffico.

Grazie alla tecnologia di ultima generazione, già introdotta con successo da Città Metropolitana in altri tratti stradali, è possibile monitorare per un perimetro più esteso la velocità percorsa. In questo modo è possibile agire in maniera più incisiva ed educativa nel lungo periodo sul comportamento del guidatore, apportando anche un diverso approccio al controllo della velocità.

L’attivazione del nuovo apparato di rilevazione sulla S.P. ex S.S. 415 rientra in un piano di azioni più ampio volto all’innalzamento complessivo degli standard di sicurezza sul territorio, a vantaggio dei guidatori ma anche dei pedoni e dell’ambiente.

Nelle prime settimane del 2022 sono, infatti, stati installati quattro nuovi sistemi smart per il rilevamento del traffico veicolare, che consentono di elaborare dati e suggerire azioni per migliorare la circolazione e la qualità dell’aria.

I dispositivi sono posizionati sulla S.P. 13 Monza-Melzo nel comune di Gorgonzola, sulla S.P. 103 “Cassanese”, nei territori dei comuni di Cassina de Pecchi e di Melzo e sulla S.P. 121 Pobbiano-Cavenago nel comune di Cernusco sul Naviglio.

Il controllo della velocità è una delle tante priorità di Città Metropolitana per garantire la sicurezza stradale e contrastare incidenti letali. Infatti a questi rilevatori si aggiunge anche un sistema di controllo pedonale  situato sulla S.P. 30 nel comune di Zelo Surrigone, a circa 80m dall'intersezione con Via Vittorio Emanuele, verso Gudo Visconti.

Come funziona? Il dispositivo è composto da quattro lampeggianti LED ad elevata luminosità installati in prossimità delle strisce pedonali e due pre-segnalatori più esterni, che si attivano solo in presenza del pedone, e allertano i veicoli in transito, risolvendo così il problema della scarsa visibilità diurna e notturna. Il sistema è dotato di una telecamera fisheye che registra lungo un’area di 360°, archiviando in un “cloud” certificato, 24 ore su 24.

La piattaforma cloud è accessibile solo a personale addetto dell’Ente, il materiale viene archiviato (in particolare tutto ciò che avviene nel territorio circostante l’attraversamento), garantendo così il controllo della zona coperta e il recupero delle registrazioni video da parte dell’Autorità Giudiziaria in caso di responsabilità in un incidente.

L’attivazione dei dispositivi di controllo della velocità sulla S.P. ex S.S. 415 - come di tutti gli strumenti di controllo e monitoraggio citati nell’ambito di Progetto Sicurezza Milano Metropolitana - viene puntualmente supportata da una campagna di comunicazione volta a informare e sensibilizzare gli utenti della strada verso un comportamento sempre più responsabile alla guida.

Le attività realizzate dal Progetto Sicurezza Milano Metropolitana sono consultabili sul sito web che approfondisce ogni aspetto del progetto: www.progettosicurezzamilanometropolitana.it

Seguici sui nostri canali