Attualità
Calcio a Truccazzano

Momento storico per il calcio locale: Sporting Tlc e Albignano diventano una sola squadra

Non è la prima volta che si parla di fusione tra Sporting Tlc e Gs Albignano, questa volta però sembra che il progetto possa andare in porto

Momento storico per il calcio locale: Sporting Tlc e Albignano diventano una sola squadra
Attualità 02 Giugno 2022 ore 10:20

Sono due le squadre che da quasi settant'anni si contendono Truccazzano: l'Albignano da una parte, lo Sporting Tlc dall'altra. Le due società hanno una storia pluridecennale alle spalle e più volte nel corso degli anni in paese si è parlato di una possibile unione tra le due. Ieri, mercoledì 1 giugno 2022, finalmente l'annuncio è stato ufficializzato.

Molto di più di una fusione

Si chiama Us Atletico Albignano Truccazzano, la società nata dall'unione di Sporting Tlc e Gs Albignano.  Una squadra patrocinata dal Comune, come sottolinea la presenza dello stemma del Municipio nel logo insieme ai colori rappresentativi delle due società, nata dal desiderio di assicurare ai bambini appassionati di calcio continuità e di garantire ai giovani talenti un futuro.

I tentativi passati

Sono più di dieci anni che periodicamente l'idea di formare un’unica società diventa un argomento di discussione in tutta Truccazzano. Nel 2010, ad esempio, l’ipotesi di un matrimonio tra lo Sporting Tlc 1967 e l'Albignano sembrava così vicina a realizzarsi che fu chiesto all’allora sindaco Vittorio Sartirana di organizzare un’assemblea pubblica per valutare questo progetto. In quell'occasione fu il presidente dell'Albignano a frenare, spiegando che la fusione non era tra i piani del direttivo.

Nel 2014, invece, i dirigenti e lo staff delo Sporting Tlc firmarono un appello, in cui chiedevano all’Albignano di unire le forze. Una necessità resa più urgente dal ridotto numero di giovani aspiranti calciatori. La loro "lettera d'amore", però, fu ignorata.

Nel 2021, infine, il presidente uscente dello Sporting, Pasquale Federico aprì all’unione con l’Albignano. La cosa non andò a buon fine, ma lo scorso agosto fu il mese della rinascita dello Sporting, una sorta di anno zero della società dopo il cambio di dirigenza e alcune scelte sofferte, come la rinuncia alla prima squadra.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter