Attualità
Tempo di guerra

Solidarietà per l'Ucraina, da Trezzo un altro carico di aiuti

Dopo i primi due furgoni partiti martedì carichi di materiali per i profughi in fuga dalla guerra, oggi, venerdì 11 marzo 2022, un altro è in viaggio.

Solidarietà per l'Ucraina, da Trezzo un altro carico di aiuti
Attualità Trezzese, 11 Marzo 2022 ore 20:31

Non si ferma la solidarietà dei trezzesi nei confronti della popolazione ucraina in fuga dalla guerra. Oggi, venerdì 11 marzo 2022, è partito il terzo furgone carico di materiali da destinare ai campi profughi al confine con Polonia e Romania.

Partito il terzo furgone carico di aiuti

E' partito oggi, venerdì 11 marzo 2022, il terzo furgone carico di vestiti, coperte, cibo in scatola e prodotti per l'igiene intima da destinare ai profughi della guerra in Ucraina.

Il materiale, dopo lo stoccaggio in un magazzino di Buscate, nel Milanese, sarà spedito ai confini di Polonia e di Romania, dove sono stati allestiti i campi d'accoglienza che, in questi giorni, hanno già iniziato ad ospitare milioni di rifugiati.

Comune, parrocchia, associazioni e imprese uniti nella solidarietà

La catena della solidarietà era nata pochi giorni dopo lo scoppio della guerra. L’associazione Un abbraccio che non trema, sostenuta da Comune e parrocchia, aveva infatti avviato la campagna per destinare gli aiuti all’associazione culturale europea Italia Ucraina Maidan, che li avrebbe spediti ai campi profughi sui confini ucraini della Polonia e della Romania.

All’iniziativa si erano quindi unite varie realtà del territorio, fra cui alcune imprese e molte associazioni, tra cui Mani tese, Matilde cresce, Apriti, On-off, La banca del tempo, il gruppo scout, Mariposa, Auser, Avis, Le vele, il Gruppo alpini, Gli amici del gabbiano, la Caritas e la San Vincenzo, i cui volontari, in questi giorni, hanno gestito lo smistamento dei materiali donati.

Tre i punti di raccolta individuati in città: l’ex sede della Pro Loco in via Biffi, la Sala Maggioni e il Centro caritativo di Concesa.

Sospesa la raccolta di aiuti

In questi giorni gli organizzatori hanno dovuto sospendere l’iniziativa per sistemare gli spazi a disposizione. Dall’Ucraina sono infatti in arrivo donne e bambini in fuga, e si pensa di impiegare ciò che non è stato ancora spedito per la loro accoglienza qui in Italia.

Per avere informazioni sulla campagna di raccolta, o semplicemente per dare una mano, basta contattare il numero unico attivato dal Comune: 329-7505640.

5 foto Sfoglia la gallery
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter