Attualità
Benemerenze

Sant'Ambroeus al Pedale Vignatese: da 50 anni pedalano al fianco della comunità

La società ciclistica di Vignate ha ricevuto l'ambito premio dalle mani del sindaco Paolo Gobbi.

Sant'Ambroeus al Pedale Vignatese: da 50 anni pedalano al fianco della comunità
Attualità Martesana, 07 Dicembre 2022 ore 17:50

L'edizione 2022 del premio Sant'Ambroeus di Vignate è andato alla società ciclistica Il Pedale Vignatese, realtà che da mezzo secolo  accoglie e forma ciclisti del territorio. Oggi, mercoledì 7 dicembre 2022, nell'Auditorium di Vignate il sindaco Paolo Gobbi ha consegnato la benemerenza all'associazione sportiva.

Sant'Ambroeus al Pedale  Vignatese

Da cinquant'anni pedalano, fanno fatica, superano le difficoltà e vanno avanti nonostante tutto. Sono una delle associazioni storiche di Vignate e per questo il Consiglio comunale cittadino non ha avuto dubbi nel conferire loro questo ambito premio. Benemeriti per quello che hanno fatto per la comunità e che continuano a fare anche oggi. La platea dell'auditorium di piazza del Comune era gremito da loro, dai soci di oggi e di ieri, ma anche dai tanti che per il Pedale ci sono passati da ragazzini e magari l'hanno lasciata quando hanno interrotto la propria attività.

Prima della premiazione slide e fotografie con immagini di questi 50 anni, tra vittorie e sconfitte, imprese dentro e fuori dei confini di Vignate. A commentarle gli stessi soci che si sono commossi quando il pensiero è andato agli amici del Pedale che oggi non ci sono più.

WhatsApp Image 2022-12-07 at 16.40.27 (4)
Foto 1 di 4
WhatsApp Image 2022-12-07 at 16.40.27 (3)
Foto 2 di 4
WhatsApp Image 2022-12-07 at 16.40.27 (2)
Foto 3 di 4
WhatsApp Image 2022-12-07 at 16.40.27
Foto 4 di 4

Avanti nonostante le difficoltà

Presenti alla premiazione i membri del Consiglio comunale di maggioranza e di minoranza, perché il premio del Sant'Ambroeus non vuole avere colore politico, ma è frutto della condivisione e della riconoscenza nei confronti di cittadini e associazioni che si impegnano per la propria comunità.

E come detto proprio dal sindaco Paolo Gobbi, il Pedale lo è a pieno diritto, nonostante le tante difficoltà che ha affrontato in passato e con cui si misura tutt'ora, a cominciare dalla mancanza di nuove leve pronte a ricevere il testimone di una tradizione lunga mezzo secolo. Ma come ribadito dagli stessi soci del Pedale, nessuna intenzione di appendere le bici al chiodo: come sanno bene i ciclisti, di fronte alla salita da percorrere ci si alza sul sellino e si spinge forte sui pedali!

 

 

 

Seguici sui nostri canali