Attualità
Più di un hobby

Rubano le anatre del figlio, appello della mamma per aiutarlo a ricostruire il pollaio

Il 14enne alleva con passione da anni diversi animali da cortile.

Rubano le anatre del figlio, appello della mamma per aiutarlo a ricostruire il pollaio
Attualità Martesana, 15 Febbraio 2022 ore 16:28

Le anatre sono state rubate da un podere di Gessate. Ora il ragazzo sta cercando un posto dove allevare gli animali in sicurezza.

Appassionato di anatre, oche e galline

«Anni fa ho assistito a una schiusa e da quel momento ho avuto l’imprinting».

Riccardo Pirovano, 14 anni, di Albignano ricorda il momento in cui ha iniziato a occuparsi di anatre, oche e galline in modo scrupoloso, osservandone i comportamenti e allevandole con affetto. Una passione che, però, all’inizio della scorsa settimana, probabilmente nella notte tra domenica e lunedì, ha subito un colpo durissimo. Molti dei suoi animali, che erano custoditi nel podere di suo nonno in via Vivaldi a Gessate sono stati rubati. La mamma, Milena Crippa ha così lanciato un appello suo social per capire se qualcuno può aiutare il figlio a ricostruire il suo pollaio.

Un luogo in sicurezza

«Non chiedo un aiuto economico ma qualcuno che possa dare a mio figlio un’area in cui ricostruire il suo pollaio - ha spiegato - Si occuperebbe lui di tutto, di dare da mangiare agli animali e prendersene cura, quello che serve è però un posto dove ci sia qualcuno in modo che sia più difficile che accada quello che è successo nei giorni scorsi. Il podere era recintato ma temevamo che prima o poi sarebbe successo...».

Rubata anche Elisa

Tra i vari animali che sono stati portati via a Riccardo c’era anche Elisa un’anatra cui era particolarmente affezionato, che aveva gli anatroccoli, e un maschio di oca.

«Credo che lui abbia tentato di difendersi - ha spiegato - Era molto aggressivo e ricordo che in un’occasione aveva anche attaccato il padre di un mio amico che era venuto a vedere i miei animali - Se però c’erano tre o quattro persone non avrà potuto fare molto, poveretto».

Il servizio completo nell'edizione della Gazzetta dell'Adda in edicola e nell'edizione sfogliabile online per smartphone, tablet e Pc da sabato 12 febbraio. 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter