Attualità
Venerdì e sabato

Rimandati per il maltempo, i Falò di Sant'Antonio illuminano anche Cassano d'Adda

Prima nel centro sportivo, poi nella frazione di Cascine, la tradizione rivive e fa il pieno di partecipazione

Rimandati per il maltempo, i Falò di Sant'Antonio illuminano anche Cassano d'Adda
Attualità Cassanese, 22 Gennaio 2023 ore 09:10

Il maltempo ha obbligato gli organizzatori a rimandare i festeggiamenti, ma alla fine tra venerdì e sabato anche Cassano d'Adda ha avuto i suoi Falò di Sant'Antonio.

Il Falò di Sant'Antonio a Cascine

Ieri, sabato 21 gennaio 2023, alle 21 è stata accesa la pira nel campetto dell'oratorio di Cascine San Pietro. A organizzare l'evento il gruppo Le Cortisane in collaborazione con il Gruppo Insieme x Cascine. Un evento che ha visto prima la celebrazione della Messa, con la benedizione delle campagne in vista dell'avvio della nuova stagione agricola. Ai partecipanti è stato offerto tè caldo, vin brulè, ma anche torte, salamelle  e pane e salame nostrano.

WhatsApp Image 2023-01-22 at 01.01.33
Foto 1 di 4
WhatsApp Image 2023-01-22 at 01.01.33 (3)
Foto 2 di 4
WhatsApp Image 2023-01-22 at 01.01.33 (2)
Foto 3 di 4
WhatsApp Image 2023-01-22 at 01.01.33 (1)
Foto 4 di 4

La tradizione anche a Cassano

Il giorno prima, venerdì 20 gennaio, è stata invece la Pro Loco ha fare la parte del leone in collaborazione con gli Alpini che, presso l'area feste di via Mazzola, nei pressi del centro sportivo, hanno realizzato il falò che ha bruciato di fronte a tanti cittadini che hanno partecipato all'iniziativa. Anche in questo caso è stato offerto un rinfresco "caldo", a base di vin brulè e latte e miele. Ad allietare i presenti, poi, la Banda cassanese.

WhatsApp Image 2023-01-21 at 18.18.09
Foto 1 di 3
WhatsApp Image 2023-01-21 at 18.18.08
Foto 2 di 3
WhatsApp Image 2023-01-21 at 18.18.08 (1)
Foto 3 di 3

Il commento dell'Amministrazione

Soddisfatto della buona riuscita dei due eventi l'assessore alla Cultura Antonio Capece, soprattutto se si tiene conto che erano due anni che il falò non poteva essere organizzato.

Un evento che si organizza da anni nel territorio di Cassano e che richiama sempre un gran pubblico tra grandi e piccini. Quest’anno abbiamo inserito anche la possibilità di portarsi una tazza da casa per gustare un buon vin brûlé, del tè o del latte miele. Un'iniziativa pensata per cercare di impattare meno sull’ambiente e nello stesso tempo ha permesso di  utilizzare molto meno plastica… (ovviamente i bicchieri c’erano per chi non avesse portato la tazza). Nessuno sarebbe rimasto a bocca asciutta.

ha spiegato, per poi aggiungere

Vorrei però sottolineare un ringraziamento speciale oltre alla Pro loco cittadina e alla Banda, che ha animato la serata con la sue melodie appartenenti alla tradizione popolare, agli Alpini che quest’anno si sono davvero distinti per l’impegno mostrato nel preparare organizzare il tutto per la serata. Purtroppo le forze sono sempre meno e quelle che ci sono si danno da fare più del dovuto. Quindi grazie davvero perché se l’Amministrazione è riuscita a organizzare questo evento è anche e soprattutto merito loro.

Infine l'assessore ha ringraziato anche le realtà di Cascine San Pietro, "perché grazie al loro supporto e alla loro organizzazione riescono a rendere viva la tradizione anche  nelle frazioni, coinvolgendo la comunità", ha concluso Capece.

Seguici sui nostri canali