Attualità
Educazione ambientale

Riciclo di classe, sul podio una scuola di Brugherio

La primaria Fortis di Brugherio vince il concorso di Conai.

Riciclo di classe, sul podio una scuola di Brugherio
Attualità Brugherio, 04 Agosto 2022 ore 12:41

È la scuola primaria Fortis di Brugherio a salire sul gradino più alto del podio dell’edizione 2021/2022 di Riciclo di classe, il progetto formativo che CONAI dedica a tutte scuole primarie italiane, nella sezione dedicata alle classi prime e seconde.

Riciclo di classe, il concorso educativo di Conai

Inserito nella rete di “Rigenerazione Scuola” messa in atto dal Ministero dell’istruzione e realizzato in partnership con il Corriere della SeraRiciclo di classe è arrivato quest’anno al traguardo della sesta edizione. Un concorso educativo che è partito ancora una volta dalla visione dello spettacolo teatrale Dipende da noi, atto unico in bilico tra fantasy e commedia in cui due teenager incontrano (letteralmente) i sette materiali di imballaggio: un viaggio à-rebours nel mondo della loro infanzia permetterà loro di scoprire come acciaio, alluminio, carta, legno, plastica, bioplastica e vetro possano essere riciclati, aiutando così a tutelare il pianeta.
Proprio ispirandosi a Dipende da noi, i bambini della 2^ A della Fortis hanno raccontato la storia di alcune tipologie di rifiuti di imballaggio, smaltiti in modo scorretto: hanno realizzato un video-animazione intitolato Tutti insieme erroneamente, in cui i rifiuti, doppiati dai bambini stessi, raccontano la loro storia e le potenzialità che avrebbero avuto se fossero stati differenziati correttamente per poter essere avviati a riciclo. Il messaggio? Difendere l’ambiente anche attraverso la raccolta differenziata è importante, e davvero “dipende da noi” ogni giorno.

Secondo e terzo classificato

Medaglia d’argento alla scuola primaria di Savoia Di Lucania, a Savoia Di Lucania (Potenza): i suoi studenti, in un progetto pluriclasse, hanno costruito strumenti musicali con materiali recuperati e realizzato poi un e-book interattivo che descrive sia la descrizione degli strumenti sia la loro realizzazione.
Al terzo posto, invece, la scuola primaria Maria Moretti di Crespiatica (Lodi). I ragazzi di 1^, dopo aver visto Dipende da noi, hanno svolto un percorso educativo concluso da una sfida-gioco per testare quanto appreso. La classe ha realizzato sia i costumi sia le medaglie di premiazione usando materiali di recupero, unendo alla spiegazione anche un video esplicativo.

"Educazione ambientale sempre più importante"

Vedere i lavori degli studenti, e scoprire la loro capacità di raccontare i temi della sostenibilità, è sempre una sorpresa» commenta il presidente CONAI Luca Ruini. «La formazione e l’educazione ambientale sono sempre più importanti: parlare ai giovanissimi dell’uso responsabile delle risorse, e farlo usando un linguaggio comprensibile alla loro generazione, è uno dei nostri obiettivi primari. Soprattutto in un momento come quello che stiamo attraversando, in cui è essenziale guardare ai rifiuti come a risorse e non come scarti. E in questo le risposte entusiaste dei ragazzi e la loro creatività ci rendono davvero ottimisti».

Tantissime scuole in gara

Quest’anno Riciclo di classe ha visto in gara più di 1.300 elaborati presentati da quasi 400 scuole italiane. Una nuova occasione per promuovere la capacità di lavorare in gruppo e il pensiero laterale, portando avanti un originale percorso di educazione civica legato alla sostenibilità e alla tutela del nostro futuro, che passa sempre attraverso la difesa del pianeta e delle sue risorse.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter