Attualità
Disturbo della quiete

Musica alta e vociare in condominio: intervengono i Carabinieri di Gorgonzola, scatta la denuncia

L'inquilino è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale: nonostante l'intervento dei militari non ha voluto dare le generalità e ha continuato a infastidire il vicinato.

Musica alta e vociare in condominio: intervengono i Carabinieri di Gorgonzola, scatta la denuncia
Attualità Martesana, 10 Gennaio 2023 ore 10:46

Una questione di rispetto e di buon vicinato. Poi, come se non bastasse le intemperanze si sono trasformate in resistenza a pubblico ufficiale con la conseguente denuncia per resistenza. Una festa dell'Epifania finita male per alcuni inquilini di un appartamento in via Como a Gorgonzola.

Vociare e musica ad alto volume

L'episodio si è verificato intorno alle 23 di venerdì 6 gennaio 2023. La segnalazione è partita da un residente del condominio che ha segnalato ai Carabinieri di via Trieste il disturbo arrecato da un vicino di casa che, nonostante l'orario e incurante del rispetto del vicinato, ascoltava musica ad alto volume e non solo. Infatti al loro arrivo i militari hanno constatato anche il rumore provocato dalle grida e dal vociare ad alta voce delle persone all'interno dell'abitazione.

Si rifiuta di dare le generalità

I Carabinieri hanno dunque proceduto con l'identificazione dell'affittuario dell'appartamento, un uomo di 42 anni che si è presentato alla porta in evidente stato di ebbrezza alcolica. All'interno della casa vi erano anche alcuni parenti intenti a festeggiare. All'arrivo dei militari, però, invece di scusarsi e di adottare un comportamento più appropriato al contesto residenziale in cui si trovava, l'uomo è apparso riluttante al punto  nel dare le proprie generalità e nel fornire al personale della Stazione di Gorgonzola le generalità di coloro che si trovavano in casa con lui.

Il secondo intervento

Nonostante il primo avviso, gli inquilini hanno proseguito a dare fastidio come se niente fosse, così i Carabinieri sono dovuti intervenire una seconda volta. Ma stavolta è scattata anche una denuncia. L'affittuario infatti è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale. Stessa sorte che stava per toccare un altro individuo, presente in loco, ma residente altrove, che solo dopo vari tentativi e richieste si è convinto a fornire i propri dati al personale dell'Arma.

Seguici sui nostri canali