Menu
Cerca
lotta al covid

Moratti: “Niente open day vaccinale per i maturandi”. E sui vaccini in vacanza “Ci adegueremo alle indicazioni di Figliuolo”

“Non abbiamo bisogno di fare degli open day ad hoc. Il 2 giugno, infatti, apriamo le prenotazioni per tutti gli over 16".

Moratti: “Niente open day vaccinale per i maturandi”. E sui vaccini in vacanza “Ci adegueremo alle indicazioni di Figliuolo”
Attualità 28 Maggio 2021 ore 09:28

Il vicepresidente di Regione Lombardia Letizia Moratti chiude alla possibilità di un open day vaccinale per i maturandi sulla linea di quanto annunciato da altre Regioni come il Lazio. E sul problema dei richiami durante le vacanze: “Il sistema di prenotazione permette di sapere la data della seconda dose”.

Moratti: “Niente open day vaccinale per i maturandi”.

Niente open day, la Lombardia continuerà a somministrare vaccini secondo la sua programmazione su base anagrafica. Mentre altre Regioni annunciano giornate speciali di apertura, in particolare per chi dovrà affrontare l’esame di Maturità, quella guidata da Attilio Fontana non pensa a iniziative simili. A ribadirlo la Vicepresidente Moratti:

“Non abbiamo bisogno di fare degli open day ad hoc. Il 2 giugno, infatti, apriamo le prenotazioni per tutti gli over 16 – ha dichiarato – In questo momento siamo assolutamente fiduciosi di vaccinare tutti i maturandi entro le date di fine scuola e delle vacanze. Se non sarà così naturalmente ci attiveremo per verificare anche altre opportunità. Monitoreremo comunque in maniera molto attenta questa situazione”.

Vaccini in vacanza, ci si adegua a Figliuolo

Altro tema le vaccinazioni nei luoghi di villeggiatura. Un problema su cui si discute da tempo, anche a livello nazionale, che nei giorni scorsi Fontana aveva affrontato dicendo che se la seconda dose “cade” mentre si è in ferie, si dovrà tornare a casa per il richiamo. Qualche possibilità perché l’indirizzo cambi però c’è ma tutto dipenderà da cosa deciderà il Commissario per l’emergenza Francesco Figliuolo:

“In accordo con il mandato ricevuto dai presidenti delle Regioni – spiega Moratti –  stiamo lavorando per vaccinare nelle Regioni di residenza le persone che hanno ricevuto la prima dose in Lombardia. Il commissario Figliuolo infatti non si è ancora pronunciato sulla possibilità delle vaccinazioni in vacanza. La posizione della Lombardia sarà quella di adeguarsi alle indicazioni che ci verranno date dal commissario”.

Insomma, in attesa di nuove da Roma conviene tenere d’occhio il calendario per evitare di esser chiamati per il richiamo quando si è in vacanza. “Siamo l’unica Regione – evidenzia – ad aver creato un applicativo che propone l’elenco delle date possibili per la seconda dose in base al vaccino ricevuto. Ciò attutisce molto il problema delle vacanze. Così come l’aver concentrato le vaccinazioni ed escluso il più possibile come date per i richiamo le due settimane centrali di agosto”.

La campagna vaccinale in Lombardia

La Vicepresidente, delegata al Welfare, ribadisce i numeri della campagna vaccinale in Lombardia, a poche ore dall’apertura alle prenotazioni per gli over 30:

“I dati complessivi sono di 5,5 milioni di vaccinati in Lombardia, con un somministrato rispetto al consegnato del 97,1 % che ci contraddistingue da questo punto di vista come la regione più virtuosa. Abbiamo inoltre un’adesione del 61% sul totale della popolazione, con una forbice di adesioni che varia per le diverse fasce di età dal 96% al 63%. Ovviamente il 96% è degli ultra ottantenni e il 63% per quelli per i quali abbiamo appena aperto le adesioni”.

Se il Governo confermerà la programmazione che ci ha inviato – ha aggiunto l’assessore – confidiamo di vaccinare con una dose tutti i cittadini lombardi che ne hanno diritto e faranno domanda entro il 30 luglio”.