Attualità
Contro il vandalismo

Microcriminalità: quattro arresti a Gorgonzola

I Carabinieri di Gorgonzola hanno consegnato alla giustizia quattro soggetti che si erano resi responsabili di altri atti predatori sul territorio

Microcriminalità: quattro arresti a Gorgonzola
Attualità Martesana, 17 Giugno 2022 ore 19:39

Ieri, giovedì 16 giugno 2022, i Carabinieri hanno arrestato quattro persone a Gorgonzola. Uno potrebbe essere coinvolto nei recenti episodi di microcriminalità che la scorsa settimana avevano portato i cittadini a chiedere all'Amministrazione di prendere posizione. Il ragazzo è stato messo in manette dopo che i militari hanno ottenuto l’aggravamento della misura cautelare nei suoi confronti. Gli altri sono invece stati colti in flagrante in seguito a una segnalazione per rissa in via Don Gnocchi.

Due ragazzi 19enni si sano dati alla fuga dopo aver notato i militari, dando vita a un inseguimento. Dalle indagini è emerso che i giovani avevano appena concluso una rapina ai danni di due gorgonzolesi, uno dei quali era stato colpito con un cartello stradale. Insieme ai ladri, i Carabinieri hanno arrestato un terzo complice che avrebbe cercato di scagionarli raccontando il falso durante un interrogatorio.

La soddisfazione dell'Amministrazione

Grande soddisfazione da parte del sindaco Angelo Stucchi, che ha condiviso la notizia con un comunicato stampa e con un post sui social.

Grazie all'instancabile lavoro dei Carabinieri, nella stessa serata di giovedì , sono stati arrestati anche gli altri soggetti che si erano resi responsabili di altri atti predatori sul nostro territorio. Siamo intervenuti con la giusta urgenza, perché in situazioni come queste non si può rimanere inoperosi, né praticare inutili scorciatoie o esibire forme di sola visibilità, ma agire con lucidità, coordinandosi con tutti i soggetti chiamati a garantire la sicurezza del territorio. Questo risultato testimonia che fare rete migliora le singole capacità di far fronte a furti, atti vandalici, borseggi e minacce a persone. Una forte collaborazione tra Polizia Locale e Carabinieri ha permesso di superare situazioni di temporanea emergenza di sicurezza cittadina.

Gli arresti dopo i fatti di cronaca della scorsa settimana

Tutto è cominciato martedì scorso, quando sono stati presi di mira alcuni negozi di via Kennedy, tra cui la tabaccheria Seven e un salone di bellezza. Due giorni più tardi uno scippo in piazza e per finire con la serie di vetrine danneggiate in una sola notte in via Cavour. Questi i fatti più eclatanti, anche se atti di vandalismo ai danni di auto e furgoni e rapine ormai si stanno facendo piuttosto frequenti. E spesso i responsabili sono sempre gli stessi, soggetti noti che per essere arrestati devono essere colti in flagranza di reato

Anche in via Cavour sono stati ripresi dalle telecamere. Uno di loro è partito in avanscoperta. Il giovane ha attraversato tutta la via, partendo dalla farmacia che si affaccia su via Italia, per fermarsi davanti alla gioielleria Mamprin e cercare di forzare la serranda. Successivamente, altri tre ragazzi lo hanno raggiunto lanciando di volta in volta alcuni oggetti, forse pietre, contro le vetrine della farmacia, e della libreria Martesana. Infine hanno tentato anche loro di sollevare la saracinesca fino a quando l’allarme del negozio non è scattato e le Forze dell’ordine non sono arrivate sul posto, concludendo così una settimana nera per quanto riguarda l’ordine pubblico. Il sindaco aveva, deciso di pubblicare un comunicato stampa (dal titolo «Fare il nostro meglio non basta»), col quale ha annunciato di aver contattato il Prefetto per chiedere maggiori risorse.

Dopo oggi, forse, i cittadini potranno dormire sonni più tranquilli...

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter