Attualità
Il caso

Le case passano a un fondo di investimento, al via le trattative per evitare gli sfratti

Anche Vimodrone è coinvolta nel tavolo di confronto fortemente voluto dalle istituzioni, sindaco Dario Veneroni in primis.

Le case passano a un fondo di investimento, al via le trattative per evitare gli sfratti
Attualità Martesana, 23 Giugno 2022 ore 13:16

Le case passano a un fondo di investimento, al via le trattative per evitare gli sfratti. Anche Vimodrone è coinvolta nel tavolo di confronto fortemente voluto dalle istituzioni, sindaco Dario Veneroni in primis.

Al via un tavolo di confronto per tutelare gli inquilini

Una partita non da poco, visto che in tutto gli appartamenti al centro della trattativa sono sparsi tra Milano e Hinterland: Vimodrone compresa. Ieri, mercoledì 22 giugno 2022, si è tenuto un incontro tra l’assessore di Milano alla Casa Pierfrancesco Maran, i primi cittadini di Vimodrone Dario Veneroni e Basiglio Lidia Reale, i rappresentanti dei Municipi milanesi 4, 5 e 9 e InvestiRE SGR. Oggetto del vertice è stata la gestione del patrimonio immobiliare Dream (ex Enpam, l'Ente nazionale di previdenza e assistenza dei medici e degli odontoiatri), costituito da 25 immobili collocati tra il capoluogo e i due Comuni, passati in gestione nelle scorse settimane ai Fondi Hestia e Basiglio della SGR.

Le prime rassicurazioni

Durante la riunione, InvestiRE ha garantito agli interlocutori che, nelle sue scelte relative al portafoglio, "seguirà sempre i princìpi della responsabilità sociale e del dialogo con gli stakeholder locali e che alcuna azione sarà effettivamente eseguita finché non sarà trovata una soluzione nell’interesse di tutti assieme alle autorità locali che sia economicamente sostenibile", hanno spiegato dall'Amministrazione comunale vimodronese.

Una volta terminata l’analisi delle caratteristiche degli immobili (tenendo conto delle situazioni degli inquilini, soprattutto dei più vulnerabili e fragili), la SGR svolgerà un’analisi dettagliata delle singole posizioni per proporre soluzioni che preservino la sostenibilità sociale dell’operazione. "Queste riguarderanno in modo particolare la tutela di categorie fragili, come anziani e disabili, così come situazioni di fragilità economica", hanno proseguito dal Comune.

"Ci hanno detto che al momento non si parla di sfratti"

"InvestirRE SGR che ha garantito il mantenimento di un tavolo di confronto costante con le istituzioni che saranno prontamente aggiornate a settembre sul complesso Mediolanum di Vimodrone - ha sottolineato Veneroni - La società ha anche rassicurato circa le intenzioni di sfratto, comunicandoci di non voler attualmente perseguire azioni nei confronti degli inquilini. Ho richiesto forte attenzione per le fasce considerate deboli tenendo conto che al primo posto per l'Ente c'è la tutela dei cittadini. Auspichiamo che questo incontro comporti anche azioni concrete e attente nei confronti delle famiglie coinvolte".

Il versante della trattativa con i sindacati degli inquilini

Nel pomeriggio di ieri si è tenuto anche un incontro tra InvestiRE SGR e i sindacati Sunia, Sicet e Unione Inquilini.

"Di fronte alle lettere di disdetta con cui la nuova proprietà ha invitato i residenti con contratto in scadenza nel 2022 al rilascio degli alloggi e ai mancati rinnovi dei contratti, come sindacati degli inquilini abbiamo evidenziato la grave preoccupazione degli abitanti molto spesso anziani residenti nello stesso quartiere da decenni e famiglie in condizioni di fragilità economica - hanno spiegato le tre sigle -  A oggi sono circa 700 gli inquilini di Milano e Hinterland che hanno contratti scaduti o in scadenza da rinnovare. Si tratta di famiglie che non possono accedere al mercato privato visti i costi dell’affitto insostenibili per i loro redditi, né potrebbero procedere all’acquisto della casa a valori di mercato se venisse loro offerta questa possibilità. Chiederemo il rinnovo dei contratti di affitto, la stipula di nuovi contratti per gli inquilini che li hanno già scaduti e forme di tutela per quelli in condizione di difficoltà e fragilità".

 

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter