Attualità
Bellezze della Martesana

La storica Villa Alari di Cernusco sul Naviglio è sempre più nelle mani del Comune: ampliata la proprietà pubblica

Una porzione del parco storico potrà essere aperta ai cittadini e visitatori. Il sindaco Zacchetti: "Primo passo verso la futura valorizzazione".

La storica Villa Alari di Cernusco sul Naviglio è sempre più nelle mani del Comune: ampliata la proprietà pubblica
Attualità Martesana, 04 Gennaio 2023 ore 16:46

Una  residenza storica, con tanto di parco annesso che potrebbe diventare un punto di riferimento per eventi, mostre e iniziative in grado di attrarre pubblico da tutta la Città metropolitana. Una grande responsabilità, ma anche un'occasione per il Comune di Cernusco sul Naviglio che amplia la propria porzione di proprietà su Villa Alari.

Villa Alari sempre più nelle mani del Comune

Con la Giunta  del 28 dicembre 2022 ha preso avvio la fase conclusiva del percorso per la ricomposizione dell’unitarietà storico-artistica di Villa Alari, iniziato nel 2009 con
una deliberazione del Consiglio Comunale.

Il Comune, già proprietario del corpo centrale della villa, della cappella e della portineria, mediante la stipula di una convenzione aggiornata con lo stesso operatore che ha costruito le abitazioni private adiacenti, acquisirà definitivamente il piano terra delle cosiddette “ali” così come indicato dalla sentenza esecutiva del Tar nel 2017, e vedrà liberata la villa da “servitù”, ovvero diritti di passaggio pedonali e carrabili ancora oggi presenti proprio alla luce di quella sentenza, potendo
così valorizzare pienamente la struttura e il parco.

Ampliato il parco destinato a uso pubblico

Il Comune diverrà inoltre proprietario di un locale tecnico al piano interrato dell’ala est e di un’ulteriore porzione di parco storico  adiacente ai giardini all’italiana, ampliando la parte di verde annesso alla villa da rendere accessibile alla cittadinanza.

L’atto di Giunta del 28 dicembre consentirà di arrivare in tempi rapidi alla conclusione di tredici anni di interlocuzioni tra operatore e Comune, condotte dalle Amministrazioni che si sono via via succedute. Il piano attuativo prevede la cessione all’operatore di due aree edificabili in zona nord (come stabilito nel 2009) e, in più, la possibilità di avere un accesso carraio su Via Cavour. I dettagli saranno presentati in occasione della prima Commissione Territorio, convocata entro la fine
di gennaio.

La parola fine di un lungo percorso

Visibilmente soddisfatto il sindaco Ermanno Zacchetti  che guarda già al futuro e alla valorizzazione di un bene di pregio che per troppi anni non ha avuto l'attenzione che si merita:

Questa conclusione che si sta profilando rappresenta un passo decisivo che permetterà di concludere un lungo iter e di recuperare quell’unitarietà della villa storica, premessa indispensabile per ogni futura valorizzazione.

Seguici sui nostri canali