Attualità
Giornata della memoria

La senatrice Liliana Segre scrive ai ragazzi del Germoglio di Cassina de' Pecchi

Operatori e utenti della cooperativa sociale avevano inviato un messaggio alla parlamentare, ex deportata ad Auschwitz, che ha risposto.

La senatrice Liliana Segre scrive ai ragazzi del Germoglio di Cassina de' Pecchi
Attualità Martesana, 27 Gennaio 2022 ore 08:42

Una lettera da Liliana Segre, senatrice a vita milanese ex deportata ad Auschwitz. A riceverla sono stati i ragazzi della cooperativa sociale Il Germoglio di Cassina de' Pecchi che in occasione della Giornata della memoria che si celebra oggi, giovedì 27 gennaio 2022, in memoria delle vittime della Shoah.

Una risposta alla cooperativa sociale Il Germoglio di Cassina

"Cari ragazzi, giovani sentinelle della memoria  - recita il messaggio di Liliana Segre - Mi conforta sapere che la memoria sia così ben 'vigilata'. Complimenti. Le parole che ci stanno a cuore : esclusione , diversità , discriminazione sono la materia prima su cui lavora la commissione che presiedo. Un lavoro che deriva direttamente dall’articolo 3 della Costituzione. Con quella Carta siamo entrati nell’età dei diritti. Amatela e praticatela, perché è lei lo 'scudo stellare' contro la barbarie. Buon lavoro a voi cari ragazzi, buona memoria a tutti".

Questa era invece era la missiva dei ragazzi del Germoglio.

"Senatrice Liliana Segre, le scriviamo perché giovedì 27 gennaio ricorre la Giornata della Memoria. La ringraziamo per la continua testimonianza che offre con tenacia - si legge - È importante che sia tenuto vivo il ricordo di questi tragici eventi; non è da tutti raccontarli perché se vissuti lasciano ferite aperte. Abbiamo riflettuto sulle parole che in un discorso al Parlamento tempo fa lei ha coraggiosamente e umilmente usato. Ecco, dal suo discorso, le parole su cui riflettere per non commettere gli errori del passato: 'no' all'esclusione  perché tiene fuori le persone 'diverse' o con pensieri e difficoltà diversi. No alla discriminazione cioè all'avere un giudizio negativo su persone diverse".

"Occorre invece essere accoglienti e solidali verso il prossimo in modo da non essergli indifferente e quindi andargli incontro - prosegue - È importante ricordare e parlare delle cose orribili che sono state fatte nei confronti degli ebrei, disabili, omosessuali, zingari. Riconosciamo nel suo impegno costante di testimone degli orrori della Shoa un esempio da seguire per poter creare una società inclusiva capace di saper tenere insieme e far dialogare tra loro le differenze che caratterizzano ogni individuo".

Nella giornata di oggi al Germoglio ricorderanno la Giornata della memoria con diverse attività, tra cui la visione di alcuni filmati e l'intervento di Danilo Radaelli, dell'Anpi Cernusco.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter