Attualità
Aveva 86 anni

Inzago piange la scomparsa del Cavalier Motta

Una figura storica che aveva aperto la nota macelleria nel 1963.

Inzago piange la scomparsa del Cavalier Motta
Attualità Cassanese, 17 Giugno 2022 ore 10:08

Giuseppe Motta ha permesso di far conoscere il nome di Inzago in tutta Italia grazie alla macelleria aperta quasi sessant'anni fa. La comunità lo ricorda con affetto.

Scomparso a 86 anni il macellaio Giuseppe Motta

La notizia si è diffusa ieri, giovedì 16 giugno 2022, in tarda serata: Giuseppe Motta, fondatore dell'omonima macelleria, si è spento a 86 anni. Per Inzago era un personaggio storico. Nel 2013 lo storico negozio di via Matteotti aveva celebrato i cinquant'anni di attività, vincendo anche il concorso vetrine per l'allestimento su "Come eravamo" in occasione della Festa del paese.
Giuseppe Motta l'aveva aperto nel 1963 e, oggi, è gestito dal figlio Sergio.

"Ero l'undicesimo macellaio a Inzago - aveva ricordato Giuseppe - All'epoca c'erano tutti campi e strade di campagna dove passavano i carretti".

Ultimo di sette fratelli, aveva sempre fatto il macellaio, prima a Milano, poi a Groppello, Basiano e Pozzuolo. Il negozio, nel 1963, l'aveva pagato due milioni e 750mila lire. Lui e il figlio Sergio hanno fatto conoscere il nome Motta ovunque e conoscono gli chef "stellati", come Gualtiero Marchesi, oltre ad aver rifornito di carne la cucina di Silvio Berlusconi.

Negozio riconosciuto come storico

La Macelleria Motta nel 2016 era stata insignita a Palazzo Lombardia, dell’attestato di "Negozio storico" per essere in attività (all'epoca) da ben 53 anni. A ritirare la pergamena c’erano il fondatore Giuseppe Motta accompagnato da alcuni familiari e dal presidente di Confcommercio Adda Milanese Giuseppe Legnani. Motta era andato ufficialmente in pensione dal 1990, ma, finché ha potuto, ha aiutato il figlio Sergio in negozio.

In molti stanno manifestando il loro affetto ai familiari, tra cui l'altro figlio Galdino Motta, veterinario e presidente del Consiglio comunale. La famiglia da sempre è al centro della Festa del paese e della Sagra del bestiame con l'esposizione dei capi e il gioco "Indovina il peso del bue".

I funerali si terranno domani, sabato 18 giugno 2022, alle 15 nella chiesa parrocchiale.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter