Menu
Cerca
Opera pubblica

Slitta l'apertura del cantiere sul ponte di Vaprio d'Adda

Dovevano iniziare oggi, lunedì 24 maggio 2021, ma invece non si è visto nessuno. Anche i sindaci di Vaprio e Canonica d'Adda non hanno avuto comunicazioni dalla provincia di Bergamo, che finanzia i lavori fino a quando i tecnici dell'ente sovracomunale hanno avvisato che il cantiere verrà allestito a metà giugno.

Slitta l'apertura del cantiere sul ponte di Vaprio d'Adda
Attualità Trezzese, 24 Maggio 2021 ore 12:00

Slitta a metà giugno l'apertura del cantiere sul ponte di Vaprio d'Adda e Canonica. I lavori dovevano iniziare oggi, lunedì 24 maggio 2021, con la posa dell'impianto semaforico per il senso unico alternato.

Slitta a metà di giugno l'apertura del cantiere sul ponte di Vaprio d'Adda

Era stato annunciato per oggi, lunedì 24 maggio 2021, l'allestimento del cantiere sul ponte che collega Vaprio a Canonica d'Adda. Gli operai avrebbero dovuto infatti installare un impianto semaforico per consentire il traffico lungo il viadotto che unisce la Provincia di Milano e quella di Bergamo, ma non si è visto nessuno.

I sindaci di Vaprio e Canonica non sono stati inizialmente avvisati

Sia Luigi Fumagalli, primo cittadino di Vaprio d'Adda e sia il collega di Canonica Gianmaria Cerea hanno ammesso di non avere avuto nessuna comunicazione a riguardo dalla Provincia di Bergamo sullo slittamento del cantiere. I lavori sono molto importanti  (complessivamente sono pari  a600.000 euro,  di cui 430.000 di lavori e 170.000 di spese tecniche e dureranno circa un anno), perché servono per garantire la sicurezza e la stabilità del ponte. Devono infatti essere sostituiti tutti i tiranti. Un'operazione che quando avverrà causerà ulteriori disagi per il traffico pesante, come ha ricordato Gianmaria Cerea.

"Molto probabilmente ci vorrà un mese prima che il materiale arrivi dalla Germania in cantiere. Nel frattempo, l'area di intervento verrà allestita e per garantire il necessario spazio di manovra verrà allestito il senso unico alternato grazie all'impianto semaforico. Ma nel momento in cui si faranno i lavori di sostituzione e di messa in posa dei tiranti sul ponte entrerà in vigore il divieto di transito per i mezzi superiori ai 35 quintali. Di fatto a quel punto potranno circolare sul ponte soltanto i furgoni"

La nuova comunicazione è arrivata in tarda mattinata

In tarda mattinata è arrivata, dopo la sollecitazione del sindaco di Vaprio d'Adda una e-mail informativa da parte dell'Ufficio tecnico della Provincia di Bergamo, come ha spiegato lo stesso Fumagalli.

"Il responsabile unico del procedimento  mi ha confermato l'intervenuta consegna formale all'impresa, ma l'inizio effettivo dei lavori sarà differito per problemi operativi alla seconda metà di giugno (con attivazione senso unico alternato, ma non del limite di portata). Ho suggerito inoltre un ulteriore confronto in settimana ai fini della corretta informazione all'utenza stradale e alla cittadinanza, nonché delle comunicazioni a mezzo stampa. Seguirà a breve da parte dell'impresa richiesta di occupazione suolo pubblico e di ordinanza per la modifica della viabilità per il periodo indicato".

 E' ancora da sciogliere il nodo legata a un attraversamento alternativo del fiume Adda

Quando il ponte di Vaprio d'Adda sarà interdetto ai mezzi oltre i 35 quintali ci saranno notevoli disagi per la circolazione. Vaprio, Canonica e Trezzo auspicano infatti che nel frattempo venga aperta la Tangenziale a Cassano d'Adda (i lavori dovrebbero concludersi entro la fine di settembre o i primi giorni di ottobre). Altrimenti l'unica strada utilizzabile per attraversare il fiume sarà l'A4. Urge quindi che nel frattempo le Amministrazioni dei Comuni coinvolti si seggano attorno a un tavolo per discutere il da farsi. Ma al momento non è stato previsto nulla.