Menu
Cerca
solidarietà

I Lions portano la tecnologia nella case di riposo per aiutare gli anziani in un momento ancora difficile

Consegnati cinque tablet e un proiettore alle strutture di Cernusco, Vimodrone e Rodano.

I Lions portano la tecnologia nella case di riposo per aiutare gli anziani in un momento ancora difficile
Attualità Martesana, 22 Aprile 2021 ore 10:41

Il peggio sembra passato, ma per gli anziani ospiti delle Rsa il momento è ancora difficile. Così i volontari del Lions Club Cernusco sul Naviglio e Pioltello hanno donato a quelli che sono ricoverati nelle strutture della zona uno schermo per proiezioni e cinque tablet.

5 foto Sfoglia la gallery

Vaccinati, ma ancora isolati

Gli ospiti e il personale sono praticamente tutti vaccinati, ma le precauzioni ancora non consentono di riaprire le case di riposo. Per questo in questi mesi si trovano ancora isolati dal resto della comunità. All’Istituto monsignor Biraghi di Cernusco i Lions hanno portato uno dei tablet e lo schermo per proiezioni che facilita la visione collettiva dei programmi televisivi e film. E’ stato subito messo in funzione, con grande soddisfazione degli ospiti. All’Istituto Redaelli di Vimodrone i volontari hanno consegnato due tablet, accolti da Daniela De Meo, funzionaria dei Servizi alberghieri economali  e da Elena Papparella, funzionaria dei Servizi Sociali. Gli ultimi due strumenti informatici sono stati donati alla struttura I Fontanili – Sereni Orizzonti di Rodano. In questo caso sono stati ricevuti dalla direttrice Cristina Viola e dalla psicologa Miriam Zini.

I ringraziamenti

I doni sono stati ricevuti con entusiasmo dal personale delle strutture, il quale ha sottolineato come si tratti di strumenti che costituiscono un aiuto concreto per gli anziani residenti, che hanno perso in questi mesi la possibilità di avere vicine le proprie famiglie. Inoltre, quando sarà possibile tornare a privilegiare il contatto umano a quello in video, i tablet continueranno in ogni caso a essere utili per tenere i contatti tra i residenti e i parenti più lontani, oltre che essere impiegati in attività giornaliere di riabilitazione e intrattenimento degli ospiti.

Suor Luisa Milani ha inviato al club il ringraziamento dell’Istituto Biraghi, dicendo che mai come in questa fase, così difficile e complessa, si apprezza la solidarietà (foto 8). Anche il direttore operativo del Redaelli ha inviato un sincero ringraziamento da parte degli ospiti e delle équipe dei reparti.