Attualità
Polemica

Fuochi d'artificio alla festa cittadina, qualcuno dice "no"

Accade a Segrate dove la questione sarà discussa durante il prossimo Consiglio comunale grazie a una interrogazione della Lega

Fuochi d'artificio alla festa cittadina, qualcuno dice "no"
Attualità Martesana, 04 Luglio 2022 ore 12:14

Sono sempre più in fermento i preparativi per la prossima festa cittadina di Segrate,  dal 9 all'11 settembre.

L'Amministrazione sta lavorando a un ricco calendario di eventi culturali grazie anche al coinvolgimento di enti e associazioni locali. Ad aver catturato l'attenzione di chi siede tra i banchi dell'opposizione, però, è stato un contratto di sponsorizzazione per la realizzazione di uno "spettacolo pirotecnico".

I fuochi d'artificio sono in genere uno degli appuntamenti fissi all'interno di kermesse come questa, eppure  lo spettacolo pirotecnico potrebbe "accendere" nuove polemiche nelle prossime settimane. Per la Lega, infatti, l'iniziativa segna un improvviso cambio di posizione della Giunta rispetto al passato, quando i fuochi artificiali erano stati espressamente vietati tramite una serie di ordinanze.

L’attuale amministrazione in passato aveva emesso delle ordinanze che vietavano i fuochi di artificio nei periodi natalizi poiché inquinanti e molesti verso gli animali domestici, mostrandosi sensibile su questo tema e pubblicizzandosi sui media istituzionali

Si legge nel testo dell'interrogazione firmata oggi, lunedì 4 luglio, dai consiglieri Marco Carandina e Roberto Viganò (Lega). Sono due i punti su cui il Carroccio intende fare chiarezza nel corso del prossimo Consiglio comunale: da una parte c'è la volontà di capire le ragioni dietro questo apparente "cambio di rotta", dall'altra si chiede se la somma non avrebbe potuto essere investita diversamente, soprattutto "considerando lo stato di predissesto"

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter