Attualità
Per le donne

"Figure di donne", un mese di iniziative contro alla violenza di genere

Una serie di appuntamenti incentrati sulla tematica alla Casa delle Arti e in villa Greppi

"Figure di donne", un mese di iniziative contro alla violenza di genere
Attualità 26 Ottobre 2022 ore 14:05

“Figure di donne”, dal 4 al 26 novembre un mese di iniziative, spettacoli, conferenze e installazioni contro la violenza di genere a Cernusco sul Naviglio.

"Figure di donne", un mese di iniziative contro alla violenza di genere

Si chiama “Figure di donne” e andrà avanti per tutto il mese di novembre la rassegna organizzata dagli Assessorati alle Pari opportunità e alla Cultura del Comune di Cernusco sul Naviglio in occasione del 25 novembre, Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza
contro le donne. Un mese di conferenze, spettacoli, incontri e installazioni per affrontare il tema da più prospettive, dire no alla violenza e sensibilizzare la cittadinanza.

Le iniziative prenderanno il via venerdì 4 novembre

La rassegna si aprirà venerdì 4 novembre per concludersi sabato 26 novembre e avrà come momento principale l’inaugurazione, nel cortile di Villa Greppi, dell’installazione da cui prende il nome, “Figure di donna”, realizzata con la collaborazione del Liceo Classico: alcune sagome di donna prenderanno parola per voce delle studentesse e degli studenti delle classi terza, quarta e quinta, raccontando le loro storie di violenze e abusi. L’installazione sarà poi trasferita in biblioteca, dove sarà visitabile fino al 4 dicembre.

«Una rassegna fondamentale, che si intreccia agli eventi per la commemorazione del 4 novembre, Giorno dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate - ha commentato il sindaco Ermanno Zacchetti - A inaugurare il programma, infatti, ci sarà lo spettacolo “Figlie dell’epoca”, monologo che racconta la storia del Congresso internazionale delle donne che si tenne all’Aja nel 1915, quando un gruppo di donne provenienti da tutta Europa e dall’America si riunì, ben consapevole di come il loro destino dipendesse da decisioni che non avevano il potere di formare, ma comunque convinte a far sentire la loro voce, a non rimanere passive e a lanciare il loro appello a mettere fine al conflitto. Un no chiaro e deciso alla guerra, come quello che insieme diciamo alla violenza, in tutte le sue forme».

«Con “Figure di donne” proponiamo un mese dedicato alla lotta contro la violenza di genere, coinvolgendo professionisti, associazioni e scuole - ha spiegato l’assessore alle Pari opportunità Debora Comito - Non dobbiamo smettere di parlare di questo argomento, tutto l’anno, dobbiamo parlarne tanto e a più livelli, in maniera seria e approfondita ma anche con spettacoli e rappresentazioni, perché purtroppo è ancora lontano il tempo in cui potremo smettere di farlo. Per questo abbiamo pensato a sei incontri, diversi tra loro, grazie alla collaborazione di diverse realtà del territorio e non solo, particolarmente sensibili a questa tematica. Infine sono felice del coinvolgimento della scuola, delle studentesse e degli studenti, che hanno partecipato in maniera attiva e propositiva, dimostrandosi cittadini consapevoli».

Il programma

Il programma delle iniziative, che si svolgeranno alla Casa delle Arti in via De Gasperi dalle 21 in poi, è ricco.

Si inizierà il 4 novembre con “Figlie dell’epoca – Donne di pace in tempo di guerra”, spettacolo teatrale di e con Roberta Biagiarelli, il 19 seguirà  “Echi di donne”.

Il 22 “Una voce dall’Afghanistan”, incontro con l’associazione UDI Donne di oggi e testimonianza di un’attivista Afghana.

Il 25, una conferenza sulla violenza di genere con la dottoressa Alessandra Kustermann e la Rete Antiviolenza Viola dell'Adda e della Martesana.

Il 26 il racconto poetico "Come un fiore raro", con video proiezioni dedicato a Mia Martini, scritto e raccontato da Davide Giandrini.
Martesana
Il 25 novembre, alle 11.30 nel giardino di Villa Greppi, l'inaugurazione dell’installazione “Figure di donne, in collaborazione con il Liceo Classico.

 

 

Seguici sui nostri canali