Attualità
Il bollettino

Covid Lombardia, l'indice di positività sale al 22,2%

A fronte di 44.586 tamponi effettuati, sono 9.900 i nuovi positivi .

Covid Lombardia, l'indice di positività sale al 22,2%
Attualità 21 Giugno 2022 ore 18:16

l trend in rialzo dei casi Covid oggi, lunedì 21 giugno 2022,  trova conferma non solo  nel bollettino Coronavirus  diffuso come ogni giorno da  Regione, ma anche dai dati sull'Rt (ovvero l'indice di trasmissibilità) salito sopra quota 1, che sono stati resi noti oggi vicepresidente di Regione Lombardia. Nella nostra regione infatti a fronte di 44.586 tamponi effettuati, sono 9.900 i nuovi positivi  con un indice di positività che sale al 22,2%.

Coronavirus: i dati di oggi

A livello regionale restano stabili i ricoverati nelle terapie intensive, 16 come ieri mentre sono 50 in più i degenti nei reparti ordinari Covid. Sono 9 i decessi attribuiti al Coronavirus oggi, che portano il totale da inizio pandemia a 40.736.

  •  i tamponi effettuati: 44.586, totale complessivo: 38.301.880
  •  i nuovi casi positivi: 9.900
  •  in terapia intensiva: 16 (=)
  •  i ricoverati non in terapia intensiva: 638 (+49)
  •  i decessi, totale complessivo: 40.736 (+9)

I nuovi casi per provincia

  • Milano: 3.721 di cui 1.614 a Milano città;
  • Bergamo: 601;
  • Brescia: 1.019;
  • Como: 656;
  • Cremona: 228;
  • Lecco: 341;
  • Lodi: 177;
  • Mantova: 388;
  • Monza e Brianza: 943;
  • Pavia: 486;
  • Sondrio: 117;
  • Varese: 89

Rt sale sopra l'1, "Non abbassiamo la guardia e usiamo le mascherine in luoghi affollati

"La crescita dell'incidenza dei contagi Covid che ha avuto un rimbalzo negli ultimi dieci giorni in tutta Europa e anche in Lombardia, con un indice RT che ha superato quota 1, ci induce ad assumere atteggiamenti di prudenza" Ha  sottolineato  la vicepresidente ed assessore al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti che mette in guardia in merito alla situazione attuale. Il Covid  è una malattia multisistemica insidiosa che può causare danni di lungo periodo all'organismo. Utilizzare le mascherine negli ambienti affollati è una precauzione che ci costa poco e ci aiuta a non ammalarci e a non contagiare a nostra volta i nostri amici e i nostri cari. Una buona prassi che quindi continuo a raccomandare".

La quarta dose contro il Coronavirus

Moratti rilancia anche l'appello alla vaccinazione. "La vaccinazione con quarta dose dei fragili e degli anziani con più di 80 anni - sottolinea la vicepresidente - è poi fondamentale per la loro protezione. Considerata la forte contagiosità delle varianti Omicron, non bisogna aspettare, confidando nell'estate. Regione Lombardia vanta una delle popolazioni più vaccinate al mondo con il 91,2% degli over 60 che ha ricevuto la terza dose. Non disperdiamo, con comportamenti di sottovalutazione o imprudenti, questo patrimonio di protezione che abbiamo acquisito grazie alla convinta adesione della popolazione lombarda e che si riflette in un basso numero di ricoverati in terapia intensiva e in reinfezioni con decorsi non particolarmente gravi, ma pur sempre insidiosi. Invito tutti i cittadini lombardi, soprattutto anziani e fragili - conclude la vicepresidente - a non abbassare la guardia".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter