Menu
Cerca
A breve

Centinaia di pazienti a Inzago (tra cui il sindaco) senza medico di base

C'è molta preoccupazione in paese per il pensionamento di due dottori: gli altri non hanno posto liberi, toccherà emigrare.

Centinaia di pazienti a Inzago (tra cui il sindaco) senza medico di base
Attualità Cassanese, 26 Aprile 2021 ore 10:27

Centinaia di pazienti perderanno a breve il loro punto di riferimento perché due professionisti sono prossimi alla pensione. A Inzago scatta l’allarme dottori di famiglia.

Centinaia di pazienti senza medico a Inzago

La situazione in tutta l’Adda Martesana è tristemente nota da tempo: i medici di base vanno in pensione ma non ci sono sostituti e molti pazienti sono costretti a scegliere uno specialista in attività in altri Comuni. Ma lo spostamento, soprattutto per le persone fragili e gli anziani, non è certo la soluzione ideale. Ernesto Fumagalli e Mauro Simone (quest’ultimo dottore del sindaco Andrea Fumagalli) andranno in pensione rispettivamente dall’1 maggio 2021 e dall’1 giugno. La notizia ha gettato nel panico molti inzaghesi: il primo ha 1.550 pazienti, il secondo 1.300.

L’Amministrazione alla ricerca di soluzioni

L’Amministrazione è a conoscenza della situazione e da tempo sta interloquendo con l’Ats, ma con scarsi risultati. Così la Giunta sta pensando a come potrebbe incentivare l’arrivo di medici in paese o, alla peggio, a come aiutare gli inzaghesi a spostarsi altrove, ma solamente per chi ha seri problemi di salute o impossibilità di andare in altri Comuni. Ma ogni idea, per essere realizzata, dovrà prima venire analizzata per verificare se è effettivamente fattibile. Il 17 marzo 2021 è stato pubblicato il bando per la ricerca di nuovi medici e che sono in corso le chiamate ai candidati per assegnare gli incarichi. La procedura dovrebbe chiudersi entro metà maggio.

Il servizio completo sulla Gazzetta dell’Adda in edicola e in versione sfogliabile web per pc, smartphone e tablet da sabato 24 aprile 2021.