ambiente

Cassina de' Pecchi vuole diventare Comune plastic free

Sottoscritto un protocollo d'intesa per impegnarsi attivamente a ridurre la plastica abbandonata e a sensibilizzare la popolazione.

Cassina de' Pecchi vuole diventare Comune plastic free
Attualità Martesana, 10 Settembre 2021 ore 19:19

Giornate di raccolta della plastica abbandonata, passeggiate ecologiche, eventi di sensibilizzazione sul tema. L'Amministrazione di Cassina de' Pecchi ha firmato oggi, venerdì 10 settembre 2021, un protocollo d'intesa per diventare un Comune Plastic free.

cassina de pecchi plastic free

Verso l'eliminazione della plastica abbandonata

Plasticfree è un’associazione che si occupa di sensibilizzare riguardo al problema dell’abbandono nell’ambiente dei rifiuti, e della plastica in particolare. Il documento firmato dalla sindaca Elisa Balconi e dall'assessore all'Ambiente Fabio Varisco impegna il Comune ad adottare una serie di iniziative e comportamenti virtuosi.

Lavorando insieme a Plasticfree dovrà organizzare eventi di sensibilizzazione, giornate di raccolta della plastica abbandonata e passeggiate ecologiche. Inoltre dovrà contribuire a creare una maggiore consapevolezza nella cittadinanza sull’importanza di preservare l’ambiente dalla plastica.
Cassina  è il primo Comune di tutta la Città metropolitana a sottoscrivere tale accordo, e il terzo in tutta la Lombardia.

La firma

la stipula del protocollo è avvenuta in sala consiliare alla presenza di Matteo Bignardi e Armando Escalona, referenti di PlasticFree per la Città metropolitana di Milano.

"Entrando in questa associazione vogliamo dare il nostro contributo a creare una coscienza ambientale che si concretizzi in azioni tangibili”, ha detto Balconi.

“Un altro passo di questa Amministrazione verso la salvaguardia dell’ambiente - ha aggiunto
Varisco - Organizzeremo giornate di raccolta di plastica
abbandonata e di sensibilizzazione, momenti fondamentali per accrescere la consapevolezza dei
cittadini in merito ai danni che la plastica può provocare all’ambiente e al territorio in cui viviamo".