Attualità
Dibattito

Caro energia, è in corso la tavola rotonda della Gazzetta dell'Adda e della Gazzetta della Martesana

Un confronto tra gli stakeholder del territorio sul tema dell'incremento delle utenze per famiglie, imprese e pubbliche Amministrazioni.

Caro energia, è in corso la tavola rotonda della Gazzetta dell'Adda e della Gazzetta della Martesana
Attualità Martesana, 26 Ottobre 2022 ore 15:31

Il caro energia sta creando serie difficoltà a famiglie e imprese.  E' in corso oggi mercoledì 26 ottobre 2022 presso la redazione della Gazzetta dell'Adda e della Gazzetta della Martesana di via Matteotti 1 a Pessano con Bornago la tavola rotonda sul tema con gli stakeholder del nostro territorio. Un'occasione per approfondire un tema di stretta attualità da diversi punti di vista.

Tavola rotonda sul caro energia

Modera l'incontro il direttore della Gazzetta dell'Adda e della Gazzetta della Martesana Sergio Nicastro. Ne parlerà con l'assessore regionale allo Sviluppo economico, Guido Guidesi, Donato Turba, referente di Confcommercio Melzo, Luca Bargiggia, amministratore delegato di Criniera, società di consulenza sull'energia, Matteo Gerli, Ceo di Enjoy Company di Cernusco sul Naviglio, Silvano Parolini, presidente di Assolombarda Adda Martesana, Sergio Facchinetti, direttore generale del gruppo Cogeser, e Federico Moizo, imprenditore titolare di diverse attività in vari settori.

"I sentimenti delle imprese sono davvero molto drammatici" ha detto Parolini, che ha 

Si sta discutendo di energia, economia delle Amministrazioni e di come gli enti stanno gestendo l’incremento delle utenze. E' la prima tavola rotonda della Gazzetta dell'Adda e della Gazzetta della Martesana secondo un format targato Netweek e che stanno replicando diversi settimanali del gruppo trattando argomenti di stretta attualità e facendo intervenire relatori che entrano nel merito della discussione grazie alla loro esperienza in materia.

"I sentimenti delle imprese sono davvero molto drammatici - ha detto Parolini - C'è stato un calo, ma il gas resta dieci volte superiore al periodo pre-Covid e quattro volte l'energia".

L'allarme che lancia è il fatto che però il calo è dovuto anche a un rallentamento della produzione. E le previsioni non sono rosee.

Tavola rotonda
Foto 1 di 6

Il direttore Sergio Nicastro

WhatsApp Image 2022-10-26 at 15.32.52
Foto 2 di 6

Silvano Parolini (Assolombarda)

WhatsApp Image 2022-10-26 at 15.29.20
Foto 3 di 6
Federico Moizo Melzo
Foto 4 di 6

Federico Moizo (imprenditore)

WhatsApp Image 2022-10-26 at 15.55.11
Foto 5 di 6

Donato Turba (Confcommercio)

WhatsApp Image 2022-10-26 at 15.55.12
Foto 6 di 6

Matteo Gerli (Enjoy Company)

"Rateizzare le bollette? - ha detto Moizo - E' un'illusione se non c'è la prospettiva di una discesa dei costi in futuro. Non serve a niente".

"Oggi subiamo le scelte del passato - ha sostenuto Facchinetti - Abbiamo delegato all'estero l'approvvigionamento di materie prime, magari anche ai Paesi in via di sviluppo. Ma non è che abbiamo diminuito Co2 emessa, anzi. Non dico che sia stata una scelta sbagliata. Sono numeri. Non è facile trovare un'alternativa ai metri cubi di gas russo".

WhatsApp Image 2022-10-26 at 16.07.23
Foto 1 di 2

Sergio Facchinetti (Cogeser)

WhatsApp Image 2022-10-26 at 16.27.24
Foto 2 di 2

Guido Guidesi (assessore Regione Lombardia)

 

 

Seguici sui nostri canali