Attualità
Incredibile

Arriva la salma, ma il cimitero è chiuso

E' successo a Cologno Monzese: i parenti hanno trovato i cancelli sbarrati per una serie di errori da parte del Comune.

Arriva la salma, ma il cimitero è chiuso
Attualità Martesana, 17 Settembre 2022 ore 09:04

Arriva la salma, ma il cimitero è chiuso. E' successo a Cologno Monzese: i parenti hanno trovato i cancelli sbarrati per una serie di errori da parte del Comune.

Dopo il funerale trovano il cimitero chiuso

Al dolore per la perdita di un proprio caro si è dovuta sommare l’amarezza per una situazione incresciosa. Per non dire la rabbia.
Una serie di errori concatenati tra loro è stata alla base di quanto avvenuto mercoledì 14 settembre 2022 al cimitero capoluogo di via Dall’Acqua. Come riportato chiaramente sullo stesso sito Internet del Comune, l’orario estivo prevede che resti aperto fino alle 19. Solo che alle 17.20 il carro funebre si è imbattuto nel cancello serrato. La cooperativa che gestisce i cimiteri ha pensato (malissimo) di essere già nel periodo invernale. Ma a questo primo errore se ne è sommato a monte un altro.

Gli errori non solo della cooperativa, ma anche del Comune

Al primo errore, se ne è poi sommato un altro. L’impiegato dello Stato civile e dei Servizi cimiteriali del Municipio ha dimenticato di segnalare alla società che cura i tre cimiteri cittadini l’arrivo della salma. Se lo avesse fatto, forse gli operai avrebbero tenuto aperto il cancello come dovuto. E invece i tre addetti non c’erano, lasciando il camposanto incustodito. Sono arrivati solo dopo una chiamata fatta dalle onoranze funebri...

"Le scuse arrivate dal Comune non servono, sono solo una pezza - ha sottolineato Daniele Cilenti, titolare dell'agenzia di pompe funebri San Francesco che ha curato il funerale - Episodi simili non devono più accadere".

Il servizio completo nell'edizione della Gazzetta della Martesana in edicola e nell'edizione sfogliabile online per smartphone, tablet e Pc da sabato 17 settembre 2022.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter