Attualità
progetto

Anche a Cernusco parte la campagna per incentivare alla raccolta differenziata anche i più restii

Alcuni interventi sono stati promossi nelle scuole, nei centri civici e anche nelle piazze della città.

Anche a Cernusco parte la campagna per incentivare alla raccolta differenziata anche i più restii
Attualità Martesana, 10 Gennaio 2023 ore 09:46

Nonostante per molti anni Cernusco sul Naviglio sia stato considerato un comune esemplare per quanto concerne la raccolta differenziata, l'Amministrazione ha deciso di non abbassare il livello di attenzione sul tema e ha lanciato una campagna per sensibilizzare anche coloro che si sono dimostrati meno inclini a dividere i propri rifiuti domestici nella maniera corretta. Così, dopo il periodo di sperimentazione di dicembre, anche nel 2023 sarà riproposto il progetto "DifferenziaTi".

Riparte il progetto "DifferenziaTi"

L’Amministrazione Comunale ha coinvolto la cittadinanza nella prima edizione della campagna “DifferenziaTi”, organizzata dall’assessorato all’Ecologia allo scopo di sensibilizzare alle quattro "R" (Riduzione, Riutilizzo, Raccolta, Riciclo) le fasce di cittadini più restie a recepire l’argomento. Si tratta di un progetto pilota, che sarà riproposto anche nel corso del 2023, con l’obiettivo di veicolare messaggi in maniera semplice ed efficace, tramite esperienze pratiche e partecipazione diretta ad iniziative che possano superare anche eventuali barriere linguistiche o anagrafiche.

Quattro iniziative già messe in campo

Il progetto, realizzato in collaborazione con Ambiente Acqua onlus, si è strutturato in un ciclo di attività con caratteristiche differenti a seconda del luogo e del target di riferimento. In particolare, sono state realizzate quattro iniziative, nelle piazze, nei parchi, preso le case Aler e la Filanda.

Nessun rifiuto!

“Nessun rifiuto!”, è un  laboratorio creativo portato nelle piazze, rivolto a famiglie e cittadini con l’obiettivo di divulgare l’idea che un rifiuto può essere anche una risorsa e che quindi è importante svolgere adeguatamente la raccolta differenziata per dare nuova vita agli oggetti.

Al parco come a casa

“Al Parco come a Casa”, un'iniziativa rivolta soprattutto a ragazze e ragazzi giovani e a gruppi di amici che vivono i parchi/giardini cittadini, per sensibilizzarli al non abbandono di cartacce, bottiglie e altro nella natura: in particolare i ragazzi sono stati coinvolti in giochi allo scopo di illustrare perché è importante fare una buona raccolta differenziata.

A ciascuno il suo

“A ciascuno il suo”, promosso  negli spazi delle case Aler, con allestimenti di scenari che riproponevano concretamente alcune occasioni di vita quotidiana per coinvolgere la cittadinanza nel differenziare correttamente i rifiuti prodotti (ad esempio alla fine di un pranzo in famiglia o di una festa di compleanno).

Incontri per gli anziani

infine sono stati promossi incontri sulla corretta raccolta differenziata e su un attento riciclo dei rifiuti presso la ex Filanda per coinvolgere la popolazione più anziana.

Tutte le attività si sono rivelate interessanti e utili allo scopo, ovvero intercettare le persone più restie ad adottare comportamenti virtuosi, anche per non conoscenza degli argomenti. In particolare “Nessun rifiuto!” ha coinvolto gli studenti
della scuola secondaria di primo grado della Margherita Hack che all’uscita da scuola spesso sostano in piazza per consumare pranzi o merende: il laboratorio realizzato ha suscitato interesse da parte dei ragazzi, facendo emergere la scarsa conoscenza dell’argomento da parte di questa fascia di età. “A ciascuno il suo”, invece, ha permesso di coinvolgere un buon numero di inquilini delle case Aler: l’attività proposta è stata efficace e, tramite materiali in lingua straniera, ha favorito la partecipazione di tutti i cittadini, diventando più inclusiva ed efficace.

ha spiegato l'assessore all’Ecologia Debora Comito.

Seguici sui nostri canali