Attualità
Artigianato

A Trezzo sull'Adda l'antica tipografia diventa un museo

Il laboratorio di Angelo Rino Crespi ha riaperto le porte al pubblico, ma il proprietario cerca una nuova sistemazione per le sue amate macchine stampatrici.

A Trezzo sull'Adda l'antica tipografia diventa un museo
Attualità Trezzese, 29 Maggio 2022 ore 13:14

Un'antica tipografia trezzese trasformata in un museo: è l'idea del proprietario, Angelo Rino Crespi, classe 1937, che dopo 18 anni dalla chiusura dell'attività (avvenuta nel 2004) ha deciso di imbarcarsi in questa nuova avventura.

Un'impresa familiare nata nell'Ottocento

Una bottega a conduzione familiare, nata sul finire dell'Ottocento grazie all'intuizione del nonno di Rino, Francesco, che, arrivato in città, acquistò al civico 3 di via Santa Marta il "laboratorio del Ciocca": al suo interno c'era già un piccolo tornio, che è rimasto, ancora funzionante, fino ai giorni nostri all'interno della bottega.

"Mio padre purtroppo morì giovane, così da semplici garzoni io e mio fratello Giuseppe prendemmo in mano la tipografia - ha raccontato Rino - Siamo andati avanti fino al 2004, in tempo per assistere all'avvento dei computer e delle stampanti laser. Io mi occupavo della tipografia e lui curava la parte commerciale. Avevamo addirittura una macchina stampatrice Gutenberg, uno strumento eccezionale e che ora vale una fortuna: e pensare che mio fratello lo vendette per motivi di spazio..."

Ora è un museo, ma si cerca una nuova casa per le antiche macchine

Oggi, però, quel mondo sta lentamente scomparendo. Non esiste più la figura del tipografo come artigiano, che sa mescolare l'inchiostro, sciogliere il piombo ed impilare caratteri:  e le antiche tipografie, salvo casi di nicchia, sono destinate a scomparire per lasciare spazio a impianti più moderni.

"Ciò che più mi preme è trovare una nuova casa per queste macchine, in cui ogni tanto possano essere utilizzate per realizzare opere di pregio o delle semplici dimostrazioni. Un primo contatto con l’Amministrazione c’è stato, ma nulla di più: sono aperto a qualsiasi proposta mi venga fatta per salvare questi cimeli".

3 foto Sfoglia la gallery

Il servizio completo nell'edizione della Gazzetta dell'Adda in edicola e nell'edizione sfogliabile online per smartphone, tablet e Pc da sabato 28 maggio 2022.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter