Attualità
Covid

A Cologno vaccinati tutti gli over 80 non autosufficienti con la prima dose

Le inoculazioni sono state eseguite nel centro provvisorio dell'Avis allestito in collaborazione tra Asst Nord Milano e Comune.

A Cologno vaccinati tutti gli over 80 non autosufficienti con la prima dose
Attualità Martesana, 20 Aprile 2021 ore 12:33

A Cologno Monzese vaccinati tutti gli over 80 non autosufficienti con la prima dose. Le inoculazioni sono state eseguite nel centro provvisorio dell'Avis allestito in collaborazione tra Asst Nord Milano e Comune.

Prima dose per tutti gli over 80 non autosufficienti

Sabato 17 aprile 2021, presso la sede Avis di via Turati, a Cologno Monzese, sono stati chiamati gli ultimi 65 colognesi over 80 per concludere la prima fase della somministrazione del vaccino Pfizer che proseguirà, con la seconda dose, l’8 maggio. A segnalare gli utenti che hanno potuto accedere al centro vaccinale provvisorio (con l'aiuto della Protezione Civile e dell'Auser) era stata la Asst Nord Milano. L'assessore ai Servizi sociali Daniela Dattilo, neo vicesindaco, ha ringraziato tutti i soggetti in campo, personale comunale compreso. Oltre che i vertici dell'Azienda sanitaria "per il grande supporto che ci hanno prestato e che ci ha consentito di far fronte a questa difficile situazione - ha sottolineato Dattilo - Tutti, senza risparmiarsi, hanno dato il loro aiuto per rispondere alle esigenze manifestate".

La collaborazione tra Asst, Comune e associazioni del territorio

All’inizio della campagna vaccinale per gli over 80, Asst aveva chiesto il supporto del Comune per realizzare una serie di interventi: mettere a disposizione una struttura sul territorio, contattare tutte le persone che i medici di Medicina generale e le farmacie avevano segnalato sul sistema regionale come non autosufficienti e collaborare attivamente sia per il trasporto alla struttura Avis sia per agevolare la vaccinazione domiciliare.

"Invece di perderci in sterili polemiche, ci siamo piuttosto preoccupati a contattare tutti i cittadini che Asst ci aveva segnalato e, grazie alla collaborazione di tutti, perché da solo il Comune non ce l’avrebbe fatta, siamo riusciti a fare rete e ad assistere anche quelle persone che, per un motivo o per un altro, erano rimaste senza riferimenti, ma comunque bisognose di un aiuto", ha aggiunto il vicesindaco.

Il sindaco: "Un grazie alla nostra rete associativa, ma non solo"

"In queste settimane molto difficili è stato possibile vedere come l’importantissimo tessuto associativo locale, enorme patrimonio colognese che mai mi stancherò di ringraziare, sia riuscito anche questa volta a dare il proprio decisivo contributo per consentirci di poter sopperire alle difficoltà che c’erano e che, purtroppo, permangono ancora - ha aggiunto il sindaco Angelo Rocchi - Anch’io, assieme al mio vicesindaco, desidero ringraziare la dottoressa  Mangiacavalli di Asst per il fondamentale supporto che sta garantendo quotidianamente a tutti i Comuni in questa difficilissima battaglia".