Intitolazione

A Cologno Monzese l'auditorium ora porta il nome di Giacomo Matteotti

La cerimonia alla presenza, tra gli altri, del sindaco Stefano Zanelli, del presidente del Consiglio comunale Giovanni Cocciro e dell'ex viceministro Riccardo Nencini

A Cologno Monzese l'auditorium ora porta il nome di Giacomo Matteotti
Pubblicato:
Aggiornato:

A cento anni esatti dal sequestro e dall'uccisione a opera delle squadracce nere del deputato e segretario del Partito socialista unitario Giacomo Matteotti, l'Amministrazione comunale di Cologno Monzese ha intitolato al martire dell'antifascismo l'auditorium di via Petrarca.

L'auditorium di Cologno intitolato a Giacomo Matteotti

La cerimonia si è tenuta ieri, lunedì 10 giugno 2024, alla presenza tra gli altri del sindaco Stefano Zanelli, del presidente del Consiglio comunale Giovanni Cocciro, di una delegazione di consiglieri e di Riccardo Nencini.

A cento anni dall'uccisione del martire antifascista

Il Municipio aveva dato il via alle celebrazioni del centenario della morte di Matteotti il 4 giugno, con la presenza in Villa Casati di Claudio Martelli, socialista ed ex ministro  negli anni Ottanta.

Presente Riccardo Nencini

Nencini, già presidente del Consiglio nazionale del Psi, viceministro dal 2014 al 2018 e presidente del Gabinetto letterario Vieusseux di Firenze, ha dato tra l'altro recentemente alle stampe il suo secondo volume dedicato a Matteotti, "Muoio per te", edito da Mondatori come pure il primo romanzo storico "Solo".

"Muoio per te" vede protagonista Matteotti insieme alla moglie Velia e altre celebri coppie della politica di quegli anni, come Antonio Gramsci e Giulia Schucht, Anna Kuliscioff e Filippo Turati, e Margherita Sarfatti con Benito Mussolini.

Giacomo Matteotti intitolazione 5
Foto 1 di 7
Giacomo Matteotti intitolazione 1
Foto 2 di 7
Giacomo Matteotti intitolazione 2
Foto 3 di 7
Giacomo Matteotti intitolazione 4
Foto 4 di 7
Giacomo Matteotti intitolazione 6
Foto 5 di 7
Giacomo Matteotti intitolazione 7
Foto 6 di 7
Giacomo Matteotti intitolazione 3
Foto 7 di 7

"Matteotti, rappresentante del miglior socialismo italiano"

"Per troppi anni si è parlato di Matteotti come di una vittima, della sua morte violenta - hanno ricordato il sindaco Zanelli e Cocciro - Tutto questo ha dato luogo a una forma di oblio, a un ulteriore annientamento: si viene considerati e ricordati non per ciò che si è fatto, pensato e scritto, ma soltanto per ciò che si è subito. Nel centenario della sua morte abbiamo voluto ricordare Matteotti per le sue qualità di rappresentante del miglior socialismo italiano e, dunque, di irriducibile antifascista. Lo abbiamo ricordato come l'uomo che difese la democrazia. E le sue parole risuonano ancora oggi contro ogni deriva autoritaria".

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali