Polizia Locale

A Cambiago arriveranno i varchi elettronici per controllare i veicoli che entrano in paese

Saranno otto e monitoreranno tutte le vie di accesso: strumenti fondamentali per aumentare la sicurezza urbana.

A Cambiago arriveranno i varchi elettronici per controllare i veicoli che entrano in paese
Attualità Martesana, 11 Agosto 2021 ore 10:45

A Cambiago arriveranno i varchi elettronici per controllare i veicoli che entrano in paese. Saranno otto e monitoreranno tutte le vie di accesso: strumenti fondamentali per aumentare la sicurezza urbana.

Otto varchi elettronici per aumentare la sicurezza urbana

Cambiago potrà presto contare anche su un sistema di varchi in grado di monitorare in tempo reale il traffico, di leggere le targhe dei veicoli in transito e di individuare auto, moto e mezzi pesanti inseriti nelle "black list", per esempio perché ricercati dalle Forze dell’ordine.
Una "rivoluzione tecnologica" che sta seguendo direttamente la Polizia Locale con il comandante Ugo Folchini. L’Amministrazione comunale ha investito nel progetto quasi 100mila euro. Nei giorni scorsi è stato aggiudicato l’appalto alla società di Tivoli, in provincia di Roma, che si è accaparrata la commessa a seguito della gara pubblica. E da settembre entrerà nel vivo il percorso che porterà all’installazione e all’entrata in funzione dell’impianto, che il Comando ipotizza possa avvenire tra dicembre e gennaio. Prima sarà necessario ottenere l'ok da parte di Città metropolitana, ente responsabile di alcune arterie sulle quali verranno posizionate le apparecchiature collegate alla Centrale operativa della Polizia Locale tramite fibra ottica e in modalità wireless, senza fili.

Dove saranno posizionati i nuovi "occhi elettronici"

I nuovi varchi saranno in tutto otto e si aggiungeranno ai due lungo via Matteotti, a Torrazza, già attivi dal 2019. Così facendo, le arterie che portano a Cambiago e partono dai Comuni vicini saranno tutte monitorate: da Cavenago a Basiano e Masate, passando per Gessate e per le aree a ridosso del casello autostradale della A4 e del cimitero cittadino. Ma il potenziamento interessa anche le "classiche" telecamere, quelle da videosorveglianza tradizionale, con quattro nuovi dispositivi.