Spacciatore in manette perché non voleva restituire un debito

Era ai domiciliari, ma dopo la querela il magistrato ha revocato la misura e ne ha disposto il trasferimento in carcere.

Spacciatore in manette perché non voleva restituire un debito
Martesana, 22 Marzo 2018 ore 15:42

Spacciatore in manette a Carugate. Si tratta di un 35enne di origine nordafricana.

Spacciatore in manette

L’uomo si trovava già ai domiciliari, dovendo scontare una pena di due anni di reclusione, proprio per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Fatale gli è stata una lite con una connazionale.

Il prestito

L’uomo infatti si era fatto prestare dalla donna 80 euro. Dopo due mesi la somma non era stata ancora restituita. Quando la creditrice ha cercato di sollecitare l’estinzione del debito è stata minacciata anche via Sms. Questa si è così rivolta ai carabinieri della stazione cittadina per sporgere formale denuncia.

L’arresto

Il magistrato ha così revocato la misura dei domiciliari e il 35enne è stato accompagnato in carcere nella serata di ieri, mercoledì.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità
ANCI Lombardia