Menu
Cerca

Inaugurazioni e la paura: continua il viaggio di Charity nel Centro Italia VIDEO E FOTO

Continua il viaggio di Charity in the word nel Centro Italia.

Inaugurazioni e la paura: continua il viaggio di Charity nel Centro Italia VIDEO E FOTO
Altro Martesana, 27 Maggio 2018 ore 15:06

La nuova biblioteca appena inaugurata, il parco giochi per bambini rinato e la paura di chi vive ancora in una “zona rossa”. Continua il viaggio di Charity in the word nel Centro Italia.

Inaugurata la nuova biblioteca

La seconda tappa di sabato, dopo Pieve Torina, è stata a Gagliole (Macerata), dove il sindaco, Mauro Riccioni, ha inaugurato la nuova biblioteca, allestatita anche grazie al progetto Magnitudo 6.0, fondato da quattro segratesi e sostenuto da Charity in the world.

2 foto Sfoglia la gallery

Un paese che è ancora “zona rossa”

A Gagliole sono rimasti 400 abitanti sui circa 650 originari. Il centro storico, dove c’è anche lo splendido museo di storia naturale, è spopolato. Le case sono quasi tutte inagibili. Come inagibile è anche la sala consiliare. Successivamente il pullmino si è portato a Camerino dove Charity aiuta una famiglia sfollata rimasta anche senza lavoro. L’attività che gestiva, un bar, nel centro di Camerino, è oggi inaccessibile in quanto quasi tutto il centro storico della città è “zona rossa”. Sono stati costretti a lasciare la casa in quanto lesionata e hanno vissuto 12 mesi in un camper. Oggi abitano in un container.

Un parco giochi per il futuro

Abbiamo incontrato anche Francesca Forconi, anche lei sfollata, punto di riferimento per Charity in zona. E’ infatti a contatto con tante persone e segnala i casi che necessitano di maggiore aiuto. Lei stessa porta avanti campagne di raccolta fondi per specifici progetti. A Camerino sono così riusciti a sistemare e allestire un parco giochi per i bambini e lo stesso vuole fare a Muccia.

La terra continua a tremare

Intanto la terra continua a tremare. L’ultima scossa di una certa intensità si è verificata settimana scorsa. Francesca ci ha riferito che in farmacia gli ansiolitici sono esauriti. Intanto prosegue il viaggio, dopo la prima tappa.

1 foto Sfoglia la gallery

 

 

Condividi