Altro
Incredibile

Caldaia impazzita, chiusa la scuola

Succede a Pozzo d'Adda: la centrale termica è unica per plesso e abitazioni, ma può riscaldare solo o l'uno o le altre.

Caldaia impazzita, chiusa la scuola
Altro Trezzese, 19 Dicembre 2021 ore 10:58

Chiusa la scuola per un guasto alla centrale termica. Sembra paradossale quanto accade a Pozzo d'Adda, dove per una centrale termica malfunzionante il sindaco è a un bivio: o riscalda le aule della scuola o gli appartamenti. E la scelta è stata inevitabile.

Un caso incredibile a Pozzo

Il plesso e le palazzine di via Unità d’Italia condividono la stessa caldaia, che si trova all’interno di un’area verde recintata ai margini del Comprensivo. Già da alcuni giorni l’impianto funzionava a singhiozzo. Anzi, molti appartamenti erano proprio al freddo, mentre le classi avevano sempre mantenuto una condizione adeguata e le lezioni si erano svolte senza problemi.
Poi, d’improvviso, tra lunedì 13 e martedì 14 dicembre 2021 la situazione è peggiorata. La caldaia, per l’ennesima volta, è andata in blocco. Era già accaduto a fine ottobre, con l’arrivo dei primi freddi, e già allora erano intervenuti i tecnici per rimediare. Si è ripetuto questa settimana ed è stato l’inizio del caos.

L'intervento del sindaco

"Oggi alle 16 (ieri, sabato 18 dicembre 2021, ndr) sono stato informato dai residenti che l’impresa che gestisce gli impianti di riscaldamento avrebbe fatto un intervento alla caldaia per risolvere il problema che da giorni affligge le famiglie - ha fatto sapere via social il sindaco Andrea Villa - Questo intervento potrebbe però non garantire il riscaldamento al plesso scolastico in quanto le due zone sono alimentate dallo stesso impianto. È una situazione infelice che nasce 10 anni fa e che da diverso tempo sta creando diversi disagi sia ai residenti che alla scuola. Stiamo valutando come muoverci a riguardo, essendo la situazione complessa giuridicamente e va effettuata secondo la legge. So che questa scelta può creare disagio alle famiglia ma non ci siamo sentiti di far correre il rischio di trovarci nella situazione di qualche giorno fa e di non dare la possibilità alle famiglie che abitano nella zona di riavere il riscaldamento e l’acqua calda".

L'ordinanza

Con un'ordinanza dunque, per domani, lunedì 20 dicembre 2021 sono sospese tutte le attività didattiche. Seguiranno poi ulteriori informazioni dall'Amministrazione.

Il servizio completo nell'edizione della Gazzetta della Martesana in edicola e nell'edizione sfogliabile online per smartphone, tablet e Pc da sabato 18 dicembre 2021.