Acqua del rubinetto sicura a Cernusco, Bussero e Cassina

Arriva il Water Safety Plan del gruppo Cap, presentato oggi a Bussero.

Acqua del rubinetto sicura a Cernusco, Bussero e Cassina
Altro Martesana, 01 Marzo 2018 ore 14:58

Acqua del rubinetto sicura a Cernusco, Bussero e Cassina. Arriva il Water Safety Plan del gruppo Cap.

Acqua del rubinetto sicura in Martesana

A Bussero, Cassina de’ Pecchi e Cernusco sul Naviglio, acqua controllata 24 ore su 24, con standard qualitativi eccellenti e più sicura. Per i 56mila abitanti del sistema acquedottistico Martesana, che comprende i 3 comuni alle porte di Milano, arriva il Water Safety Plan (WSP), il rivoluzionario sistema di analisi dell’acqua che prevede più controlli, più prelievi, più parametri nell’intera filiera idro-potabile, da quando l’acqua entra nell’acquedotto fino al punto di erogazione finale, il rubinetto. Presto obbligatorio in ogni Stato dell’UE, il WSP è stato adottato per la prima volta in Italia a marzo del 2017 da Gruppo CAP, gestore del servizio idrico della Città metropolitana di Milano che, in collaborazione con l’Istituto Superiore di Sanità, prevede di implementarlo, entro il 2020, in tutti i Comuni dell’hinterland milanese.

La presentazione

La presentazione del Piano di Sicurezza dell’Acqua è avvenuta oggi presso l’auditorium dell’Istituto Comprensivo Montegrappa di Bussero, alla presenza del sindaco Curzio Aimo Rusnati e di Alessandro Russo, presidente e amministratore delegato di Gruppo Cap e di Michele Falcone, direttore generale della monoutility. Ospiti inoltre Massimo Mandelli e Tommaso Chiarella, sindaco e assessore alle Società partecipate di Cassina de’ Pecchi, e  Ermanno Zacchetti, sndaco di Cernusco sul Naviglio.

 

"Controllo, garanzia e qualità"

"Controllo, garanzia e qualità: sono questi gli elementi alla base della gestione dell’acqua pubblica, come del resto di tutti i servizi pubblici che l’amministrazione offre ai suoi cittadini -  ha dichiarato Rusnati - Partire dai bambini e dai luoghi dove trascorrono la maggior parte del loro tempo, ovvero le scuole, rappresenta per noi un forte segnale di sicurezza, ma soprattutto contribuisce a sensibilizzare ed educare le nuove generazioni al consumo responsabile e consapevole dell'acqua pubblica”.