Glocal news
Ripartiamo da Noi

Le misure di Regione per contrastare gli eventi atmosferici

Il Pirellone in campo per difendere il suolo, combattere i rischi idrogeologici e sostenere la Protezione civile.

Glocal news 09 Novembre 2021 ore 10:01

Regione Lombardia ha previsto stanziamenti straordinari allo scopo di mitigare i pericoli connessi a eventi calamitosi frutto del cambiamento climatico. Ad intervenire l'assessore al Territorio e Protezione civile di Regione Lombardia Pietro Foroni, il quale ha fatto il punto sulle risorse adottate finora.

GUARDA IL VIDEO

Le misure di Regione Lombardia

"Abbiamo investito moltissime risorse per la difesa del suolo pubblico. Una competenza teoricamente in capo allo Stato centrale ma che purtroppo è stata portata avanti dalla sola Regione, la quale ha investito 180milioni di euro. La parte del leone di questi finanziamenti l'ha fatta il territorio montano, alpino e prealpino, sebbene per la prima volta abbiamo accolto interventi che riguardano anche la zona pianeggiante".

Iniezioni di liquidità, ha spiegato Foroni,

"che serviranno a contenere le emergenze che si verificano in caso di maltempo. Mi riferisco a tutti quei fenomeni imprevedibili, brevi e localizzati che rispecchiano ormai il clima odierno. E l'unico vero rimedio, in questo senso, riguarda la prevenzione. I primi risultati li abbiamo già raccolti e testimoniano l'importanza del fare prevenzione".

Sostegno alla Protezione Civile

Sono 149 in totale, con 87 gruppi comunali e 62 associazioni, intanto, i beneficiari dei contributi regionali della Lombardia messi a bando per l'acquisto di nuovi mezzi e attrezzature da destinare ai volontari di Protezione civile, per un totale di 5 milioni di euro ripartiti su tre annualità. Il corpo, ha continuato sempre Foroni:

"ha un ruolo fondamentale all'interno della società, ce ne siamo accorti durante la lotta alla pandemia, quando le unità delle varie realtà si sono distinte per una fondamentale attività legata alla logistica. Lo stesso hanno fatto sul fronte strettamente sanitario, che ha rappresentato la vera urgenza. Stiamo parlando dei servizi svolti nell'ambito dell'allestimento degli ospedali da campo così come degli hub vaccinali".

Una lotta, quella alla pandemia, vinta, almeno per il momento, grazie al coinvolgimento di 15mila volontari e al lavoro svolto da quest'ultimi nell'arco di 400mila giornate dedicate. Numeri enormi, ha ammesso l'assessore:

"che denotano l'importanza di sostegno che abbiamo messo sul piatto, tanto che per il prossimo bilancio stiamo ragionando sull'ipotesi di stanziare risorse non solo scorrendo la graduatoria ma anche promuovendo bandi".

Rigenerazione urbana

Boom di adesioni, nel frattempo, per i bandi sui borghi storici e rigenerazione urbana. Al primo, che ha previsto lo stanziamento di 60milioni di euro, hanno partecipato oltre 300 realtà. Al secondo,  che ha messo sul piatto 200milioni di euro, hanno invece partecipato 700 Comuni. A breve verranno stilate le graduatorie che vedranno poi entrare nel vivo i cantieri.