Menu
Cerca
servizio civile

Associazione Mosaico cerca 440 giovani per il Servizio civile

Di Blasi: "E’ una possibilità concreta per i nostri giovani di avvicinarsi al mondo del lavoro".

Associazione Mosaico cerca 440 giovani per il Servizio civile
Glocal news 05 Gennaio 2021 ore 11:14

Vent’anni di storia al fianco dei territori e dei suoi giovani. L’Associazione Mosaico è un ente di gestione del Servizio civile e rappresenta una bella realtà lombarda capace di innescare un virtuoso scambio di valore tra le nuove generazioni, gli enti, le imprese, le comunità di riferimento e, in generale, il territorio.

La realtà di Associazione Mosaico

"Con questo obiettivo in mente abbiamo costruito una rete di relazioni che negli anni si è sviluppata sempre di più grazie alla professionalità, alla competenza e alla preparazione che Mosaico e le persone che ci lavorano hanno saputo dimostrare. Oggi siamo la 21esima realtà a livello nazionale in questo settore" spiega il presidente Claudio Di Blasi.

Dalla formazione alla gestione amministrativa delle risorse, passando per l’introduzione sul mercato del lavoro e la collaborazione con gli enti associati, l’attività del Mosaico supporta tutte le fasi dell’inserimento lavorativo. I numeri parlano di una realtà in costante crescita: tre sedi operative a Bergamo, Monza e Erba, 19 dipendenti e ben 30 collaboratori esterni. "Nel 2019 abbiamo coinvolto 761 giovani tra i 18 e i 29 anni non compiuti, attivato 258 progetti e raggiunto i 365 associati presenti nelle provincie lombarde. Numeri che cresceranno nel 2021".

L'intervista al presidente Di Blasi

Da poche settimane avete presentato il vostro bilancio sociale. Cosa rappresenta per voi?

"E’ un documento importante che evidenzia i temi più rilevanti per noi e per i nostri stakeholder, mostrando così l’impatto sociale che l’Associazione ha sull’economia, sull’ambiente e sulla società. Alla soddisfazione per i risultati 2019, è purtroppo seguita la drammatica diffusione globale del Coronavirus. Il 2020 ci ha messo di fronte a una realtà inaspettata e terribile, che ha avuto e avrà sui giovani le peggiori conseguenze. L’epidemia di Covid-19 ha destrutturato i processi economici e sociali a cui facevamo riferimento, cambiando il nostro presente e lanciando nuove sfide per il futuro".

Che 2020 è stato?

"Assurdo, ma noi abbiamo retto la sfida. L’informatizzazione è sempre stata centrale, così in 36 ore abbiamo attivato lo smart working. Il vero valore aggiunto, però è arrivato proprio dai nostri ragazzi. Hanno riconvertito le loro attività assegnate dimostrando una capacità di adattamento incredibile. La sfida del 2021 però è nel dare le giuste risposte a queste nuove generazioni che tra mille dubbi si affacciano in un mercato del lavoro compromesso".

Le occasioni per i ragazzi dai 18 ai 29 anni non compiuti non mancano di certo. Mosaico ha recentemente pubblicato sul proprio sito internet un interessante bando per il servizio civile universale con scadenza 8 febbraio. Cosa rappresenta?

"E’ una possibilità concreta per i nostri giovani di avvicinarsi al mondo del lavoro. Cerchiamo 440 giovani che a partire da aprile saranno impegnati in progetti di servizio civile su tutto il territorio lombardo. Il nostro consiglio per tutti gli interessati è dotarsi fin da ora di Spid, consultare le schede sintetiche dei progetti presenti sul nostro sito individuando realtà limitrofe alla propria residenza e prenotarsi per tempo in una delle call di approfondimento".